Domenica, 19 Settembre 2021

Matera, frana cancella Pomarico: case giù come birilli

Sono crollate alcune delle case che sono state sgomberate tre giorni fa a Pomarico, in provincia di Matera, dopo la frana che ne aveva già compromesso la stabilità. Non ci sono stati feriti. La zona era transennata e comunque sono stati momenti di apprensione nel vedere gli immobili venire giù. Il movimento franoso era in atto da tempo ed ha accelerato nei giorni scorsi sino a provocare uno scivolamento il 25 gennaio.

Il sindaco Francesco Mancini ha emesso delle ordinanze di interdizione al traffico della viabilità compromessa ed ha ordinato lo sgombero di abitazioni e qualche attività commerciale notificando il provvedimento a 24 destinatari. La frana ha coinvolto la zona a valle di corso Vittorio Emanuele.

Stando alla relazione del settore tecnico del Comune, il fronte della frana ha una larghezza di cento metri ed una profondità di trenta e si estende per centinaia di metri sino al canale ''Pezzillo''. Lo scivolamento del terreno ha provocato ''gravi ed estese lesioni alle infrastrutture urbane (strade, marciapiedi, muretti di protezione) e alle murature portanti di alcune abitazioni e locali ubicati a ridosso della strada'', come si scriveva nella relazione tecnica. Situazione, dunque, molto chiara e i crolli di oggi sono stati la conferma. Per gli sfollati il Comune ha deciso di accollarsi il pagamento delle spese relative ai canoni di affitto. Inoltre i concittadini si stanno prodigando e stanno mettendo a disposizione dei locali ed altre abitazioni.

Si parla di

Video popolari

Matera, frana cancella Pomarico: case giù come birilli

Today è in caricamento