Domenica, 14 Luglio 2024
L'ennesimo femminicidio

Si cerca il corpo di Francesca Deidda: il marito scoperto con un messaggio trappola

Igor Sollai si trova in carcere con l'accusa di omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere. Per settimane scriveva a familiari e colleghi usando il telefono della moglie: "È un momento no, sto un po' lontana". L'orrore scoperto grazie a un tranello

Dov'è il corpo di Francesca Deidda? I carabinieri stanno pianificando un rastrellamento ad ampio raggio nella zona di San Sperate, a una ventina di chilometri da Cagliari, nel tentativo di rinvenire i resti della donna 42enne scomparsa dallo scorso maggio. Secondo gli investigatori e il pm Marco Cocco, la donna sarebbe stata uccisa dal marito, Igor Sollai, autotrasportatore di 43 anni, adesso in carcere per omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere.

Francesca Deidda, si cerca il corpo

L'uomo, secondo l'accusa, avrebbe assassinato la moglie, nascosto il cadavere e per settimane, utilizzando il telefonino della consorte, si sarebbe sostituito a lei con amici, parenti e colleghi di lavoro. Le indagini sono scattate soltanto lo scorso 30 giugno, quando il fratello della donna e una collega hanno presentato una formale denuncia di scomparsa. La ricerche degli inquirenti hanno fatto emergere uno scenario orribile: l'ennesimo femminicidio, con l'assassino che per settimane si è sostituito alla vittima, inscenando un allontanamento volontario, tanto improvviso quanto inaspettato. Dopo il fermo del 43enne e la sua scena muta davanti al Gip che ha convalidato il provvedimento del pm, i carabinieri intendono trovare il corpo della donna. Nelle prossime ore sarà organizzata una ampia battuta in cui saranno coinvolti i Cacciatori di Sardegna, i militari della compagnia di Iglesias, i colleghi del Nucleo investigativo del comando provinciale di Cagliari, i vigili del fuoco e la Protezione civile. Le ricerche si concentreranno nei luoghi in cui si è attivata la cella del cellulare di Francesca Deidda, quel telefonino, mai trovato, che Igor Sollai avrebbe utilizzato per sostituirsi a lei.

I messaggi inviati da Igor Sollai

"Non so dove sia, non l'ho più vista". Così rispondeva Sollai alle forze dell'ordine, quando gli chiedevano dove fosse finita la moglie. Invece, nei giorni successivi alla scomparsa della donna, era proprio lui a rispondere ai messaggi di amici e parenti, arrivando a mandare una mail al call center in cui la moglie lavorava per farla licenziare. "Sto un po' lontana, un momento no", scriveva fingendosi Francesca, cercando di tranquillizzare chi voleva sapere dove fosse finita. Infatti, come riporta il Corriere della Sera, chi la conosceva non si sarebbe mai aspettata una fuga del genere. La 42enne lavorava in un call center e viene descritta come una donna "entusiasta e solare", nonostante il matrimonio ormai naufragato con Sollai, con cui i rapporti erano ormai di separati in casa e con l'ombra di una seconda donna. "Non ce l'aspettavamo, era contenta del lavoro che faceva, non aveva mai parlato di voler andare via", raccontano i colleghi, sempre più insospettiti da questo comportamento. 

La trappola di una collega

Niente telefonate, niente vocali, soltanto una serie di messaggi scritti, "strani" secondo le sue compagne di lavoro. Così, mentre i sospetti aumentano, una collega decide di tendere una trappola a Sollai: gli avrebbe mandato un messaggio dicendo che anche un'altra collega si era licenziata, ma avrebbe usato un nome di fantasia inesistente. Chi riceve il messaggio risponde soltanto con un "mi dispiace", peccato che fosse tutta una farsa. Per l'amica e anche per i carabinieri, è la prova che a utilizzare il telefono non è Francesca, ma qualcun altro. Anche questo elemento è finito sul tavolo dei carabinieri che venerdì sono andati ad ammanettare Sollai e lo hanno portato in carcere. Nelle prossime ore verranno analizzate le auto e l'appartamento del 43enne, alla ricerca di indizi utili per scoprire dove è stato nascosto il corpo della 42enne. Lui continua a dichiararsi "innocente", come riportano i suoi legali", ma secondo gli investigatori su di lui pendono "gravi indizi di colpevolezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si cerca il corpo di Francesca Deidda: il marito scoperto con un messaggio trappola
Today è in caricamento