Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Perde l'appiglio e cade nel vuoto: Francesco muore in montagna a 28 anni

La tragedia ieri sui monti del Tonale. A lanciare l'allarme sono stati due alpinisti che lo hanno visto cadere

E' stato tradito dalla sua più grande passione, la montagna. Nonostante avesse al suo attivo centinaia di arrampicate, di escursioni e discese, Francesco Cancarini ha perso la vita ieri a soli 28 anni mentre risaliva una parete sui monti del Tonale. Il giovane ha perso ogni appiglio ed è precipitato nel vuoto sotto gli occhi attoniti di due alpinisti che stavano più in basso, e che l'hanno visto cadere. Sono stati loro ad allertare il 112. 

Secondo Montagna Tv, l'incidente è avvenuto poco prima di mezzogiorno nelle vicinanze del passo Paradiso, lungo una via aperta di recente.

Nonostante la macchina dei soccorsi si sia attivata immediatamente, per il giovane non c’è stato nulla da fare. Medico e infermiere si sono calati con il verricello, ma il cuore del 28enne aveva ormai smesso di battere. Sul corpo dell'alpinista è stato disposto l'esame autoptico: la salma al momento riposa nella camera mortuaria dell'ospedale di Edolo.

Il giovane – racconta BresciaToday - frequentava dei corsi per diventare guida alpina: un sogno che avrebbe coronato a breve. Ma la montagna sa essere spietata anche con i più capaci.

Originario di Brescia, da tempo il 28enne abitava a Gardone Valtrompia, proprio per poter coltivare la sua passione. Lo piangono il padre Federico, la madre Monica e il fratello maggiore Lodovico, che ha preso il nome del nonno morto in montagna, precipitato mentre scalava una roccia. Nonno e nipote, uniti da un tragico destino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde l'appiglio e cade nel vuoto: Francesco muore in montagna a 28 anni

Today è in caricamento