Giovedì, 18 Luglio 2024
L'amore di un padre / Caltanissetta

Francesco Di Gregorio, il papà eroe morto annegato per salvare la figlia

Il 54enne si è lanciato tra le onde per soccorrere la figlia di 20 anni che rischiava di annegare nelle acque del lungomare Federico II di Svevia, a Gela. Dopo averla tratta in salvo, non ha retto allo sforzo

Quando ha visto la figlia che rischiava di annegare non ci ha pensato due volte, si è lanciato in acqua e l'ha soccorsa. Un gesto eroico che però gli è costato la vita. Francesco Di Gregorio, un uomo di 54 anni originario di Caltagirone (Catania), è morto nel pomeriggio di ieri, domenica 15 ottobre, sul lungomare Federico II di Svevia, a Gela (Caltanissetta), dopo avere salvato la figlia ventenne che rischiava di annegare tra le onde.

Secondo una prima ricostruzione, il 54enne si sarebbe lanciato in mare per riportare a riva la figlia, che annaspava tra le onde ed era in seria difficoltà. Dopo aver salvato la ragazza, Di Gregorio si è ritrovato senza forze, esausto dopo l'enorme sforzo prodotto per contrastare la furia del mare e trarre in salvo la ragazza. La giovane è riuscita a sopravvivere, ma non il papà eroe. Sul posto è intervenuta quindi la Capitaneria di porto, che ha provveduto a recuperare il 54enne. L'uomo è stato portato sulla spiaggia in condizioni disperate, con il decesso che è avvenuto dopo l'arrivo in ospedale. Anche due uomini della guardia costiera hanno riportato delle ferite durante l'intervento, avvenuto in una zona caratterizzata dalla promiscuità di fondale sabbioso e frangiflutti.

Tantissimi i messaggi di cordoglio comparsi sui social per ricordare Francesco Di Gregorio: "Ci lascia una persona buona - scrivono amici e familiari - un uomo per bene, generoso a prescindere". Messaggi carichi d'amore, quello che spinge un padre a sacrificare la propria vita per quella della figlia.

Continua a leggere su Today...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Di Gregorio, il papà eroe morto annegato per salvare la figlia
Today è in caricamento