rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca/2

Frode fiscale da 900 milioni: perquisite tutte le sedi Total Erg

Perquisizioni nelle sedi di Milano, Genova e Roma per presunte fatture false emesse da una società con sede alle Bermuda

ROMA - Sarebbe di ben 904 milioni di euro la frode fiscale su cui si stanno concentrando le perquisizioni, nelle sedi della Total-Erg di Roma, Milano e Genova, dei militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Roma.

La frode sarebbe collegata a fatture - false secondo la procura - emesse da una società con sede alle Bermuda che sarebbe in qualche modo riconducibile alla Total. L’indagine a piazzale Clodio è coordinata dai pubblici ministeri Paolo Ielo e Mario Palazzi.

Sono cinque gli indagati per la presunta maxi frode. Tra questi ci sono il vicepresidente esecutivo di Erg Alessandro Garrone e il firmatario della dichiarazione dei redditi per il 2010, l'a.d. Luca Bettonte. I pm contestano loro il reato di frode fiscale. Secondo la Procura infatti avevano costruito un giro di transazioni gonfiate attraverso schermi societari fittizi al solo fine di aumentare le dimensioni dei costi e abbattere il relativo imponibile.

Nel decreto di perquisizione si sottolinea l'inesistenza della struttura societaria che ha emesso le fatture. Si afferma inoltre che i documenti contabili delle transazioni, individuati dagli accertamenti delle Fiamme gialle e indicati in una relazione di settembre, furono poi utilizzati nelle dichiarazioni dei redditi. Le fatture sarebbero state emesse da una ditta con sede nelle Bermuda riconducibile a Total-Erg.

Il titolo Erg, in una borsa che cede circa l'1%, dopo la notizia è ora in asta in volatilità con un ultimo prezzo a 8,6450 euro in calo del 10,41%. L'azienda non ha voluto commentare la notizia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode fiscale da 900 milioni: perquisite tutte le sedi Total Erg

Today è in caricamento