Fermato un tir con 25 tonnellate di frutta marcia: dovevano diventare succhi di frutta

La scoperta è avvenuta nell'area di servizio Turchino sull'A26, nei pressi di Ovada (Alessandria). Ad attirare l'attenzione degli agenti i liquami maleodoranti che uscivano dal camion 

Foto di repertorio

Gli agenti della Polstrada di Ovada, in provincia di Alessandria, hanno scoperto un camion che trasportava 25 tonnellate di pesche marce,  destinate a un’azienda di Merano (Bolzano), che produce succhi frutta. La scoperta è stata fatta durante alcuni controlli nell’area di servizio Turchino sull’A26. Il tir, partito dalla Francia, è stato notato durante la sosta in autogrill proprio a causa dei liquami che hanno iniziato a fuoriuscire dal mezzo pesante. Dopo l'arrivo del personale della Asl 3 Genovese – sezione Igiene e alimenti, il camionista è stato multato con una sanzione da 1.000 euro.

Le 25 tonnellate di pesche marce sono state rinvenuto all'interno del cassone, che proprio all’autogrill avrebbe iniziato a perdere liquami maleodoranti che hanno attirato l’attenzione degli agenti. La frutta, trasportata in condizioni igienico-sanitarie quantomeno sospette, era senza protezione ed in avanzato stato di deterioramento. Secondo quanto emerso il carico bloccato dagli agenti era destinato ad una nota azienda che produce succhi di frutta per la grande distribuzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

  • Sonia Bruganelli: "Paolo Bonolis? La passione se n'è andata"

Torna su
Today è in caricamento