rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Lutti

"Ho saputo della morte di Bud Spencer nello stesso posto in cui l'ho conosciuto"

Il ricordo commosso di Terence Hill ai funerali dell'attore da poco scomparso: "Ho capito che nulla avviene per caso, che la vita è eterna e che per questo Bud la viveva con gioia"

In prima fila nella Chiesa degli artisti, in piazza del Popolo a Roma, per l’ultimo saluto al gigante buono del cinema italiano c'era ovviamente anche Terence Hill, il compagno di sempre.

Il feretro di Bud Spencer, al secolo Carlo Pedersoli, è sfilato tra due ali di folla. Una dimostrazione d’affetto commovente, così come commovente è stato il ricordo di Terence Hill.

"Bud – ha detto l’attore – ripeteva sempre una frase, ‘ma non abbiamo mai litigato’, e la ripeteva continuamente. Era la dimostrazione che noi ci rispettiamo e ci amiamo".

Poi ha rivelato un aneddoto curioso e quasi mistico: "Quando Giuseppe (il filio dell'attore, ndr) mi ha comunicato che Bud era andato via ero ad Almeria, in Spagna, nello stesso punto dove ci siamo incontrati la prima volta, per girare il nostro primo film. E dopo la confusione, il dispiacere, il dolore, è arrivata una sensazione di calma, quasi di gioia: ho capito che niente avviene a caso, che la vita è eterna e che per questo Bud la viveva con gioia. Sono certo che quando lo incontrerò mi verrà incontro con la sua sella in spalla e mi dirà 'ma non abbiamo mai litigato'". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho saputo della morte di Bud Spencer nello stesso posto in cui l'ho conosciuto"

Today è in caricamento