Giovedì, 23 Settembre 2021
ATTENTATI

"Una strage di innocenti": i funerali delle vittime di Tunisi

Si sono svolti a Torino i funerali di Orazio Conte e Antonella Sesino, vittime dell'attentato a Tunisi. Tanta commozione e un lungo applauso all'arrivo delle salme. Subito dopo a Novara la cerimonia per Francesco Caldara, altra vittima della strage

Un lungo applauso ha accolto le salme di Orazio Conte e Antonella Sesino, le vittime torinesi dell'attentato di Tunisi, nel Santuario della Consolata, a Torino. "Mai soli" è lo striscione appeso alla cancellata del santuario. Per l'ultimo saluto il capoluogo piemontese si stringe intorno alle famiglie delle vittime. Quella che doveva essere una vacanza felice alla fine è diventata una tragedia che coinvolto non solo la città, ma l'intero Paese.

"La violenza non vincerà - ha detto durante l'omelia l’arcivescovo Cesare Nosiglia - la strage di questi giorni scuote la coscienza di ogni uomo di buona volontà”. Nelle prime file al Santuario della Consolata di Torino c'erano seduti anche il sindaco Piero Fassino, il presidente della Regione Sergio Chiamparino e il presidente del consiglio regionale Mauro Laus.

GUARDA IL VIDEO DEI FUNERALI A TORINO

Alla funzione era presente anche la moglie di Orazio Conte, Caterina Bottari, una dei feriti della strage. Ha ottenuto un permesso speciale dall'ospedale Cto, dove attualmente è ancora ricoverata. I medici le hanno consentito anche di partecipare alla cerimonia funebre del suo amico Fracensco Caldara, altra vittima dell'attentato i cui funerali si sono svolti presso il duomo di Novara, celebrati dal sindaco della città monsignor Brembilla. Presenti anche la madre e il fratello di Caldara, e la compagna, Sonia Reddi, ferita anche lei nell'attentato. In prima fila i rappresentanti delle forze dell'ordine e il sindaco, Andrea Barillè. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una strage di innocenti": i funerali delle vittime di Tunisi

Today è in caricamento