rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Furto a casa di Sgarbi. "Bottino da mezzo milione di euro"

Il critico denuncia la scomparsa di libri antichi, manoscritti e disegni dalla sua villa in provincia di Ferrara

Sono spariti capolavori per oltre 500mila euro: manoscritti, libri antichi e disegni. Vittorio Sgarbi denuncia il furto avvenuto nella sua villa-museo a Ro Ferrarese. Come riporta Il Resto del Carlino, da qualche mese alcuni pezzi della sua collezione non si trovavano più e ora il critico d'arte ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri, nella speranza che possano capire come sia avvenuto il furto.

"Il danno è davvero ingente - ha riferito Sgarbi al quotidiano - Non si sa esattamente a quando risalga l'episodio, ma è da tempo che insieme al mio staff stiamo cercando pezzi mancanti". Su quando possa essere avvenuto il furto, Sgarbi non ha certezza. E' invece sicuro di che cosa manchi dalla sua collezione nel ferrarese. Si tratta di un disegno a carboncino e gessetti di Giovanni Battista Piazzetta, che raffigura San Giuseppe con il bambinello, opera tornata da una retrospettiva nel novembre 2014 a Città del Messico.

Introvabili anche due manoscritti di Felice Giani, uno dei quali è un taccuino con circa 140 disegni dell' artista. Si cercano anche due libri antichi, uno di Benvenuto Cellini e l'altro di Paolo Mino. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto a casa di Sgarbi. "Bottino da mezzo milione di euro"

Today è in caricamento