rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca Roma

Pedofilia, il "disturbatore televisivo" Gabriele Paolini rischia sei anni di carcere

Gabriele Paolini avrebbe convinto con somme di denaro tre minori per filmare i rapporti sessuali. Per i fatti contestati nel novembre del 2013 Paolini finì in carcere e tornò libero dopo qualche mese ma con l'obbligo di portare il braccialetto elettronico

"Condannare a 6 anni di reclusione Gabriele Paolini". Questa la richiesta della Procura di Roma per il noto "disturbatore televisivo" imputato per aver avuto nel 2013 rapporti sessuali con tre minorenni in cambio di denaro e regali di vario genere. La sentenza dei giudici della V sezione penale è attesa entro la primavera.

Il pm Claudia Terracina oggi ha sottolineato tra l'altro come per superare le resistenze dei tre minorenni Paolini abbia corrisposto somme di denaro convincendoli anche a filmare i rapporti sessuali. Per i fatti contestati nel novembre del 2013 Paolini finì in carcere e tornò libero dopo qualche mese ma con l'obbligo di portare il braccialetto elettronico.

"Nelle sue richieste, il pm non ha tenuto conto che i tre ragazzi hanno sempre escluso la sussistenza dell'articolo 600 ter cioè quello di avere fatto prostituzione minorile. Loro non si sono mai prostituti", hanno detto gli avvocati Lorenzo Lamarca e Massimiliano Kornmuller, che assistono Paolini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedofilia, il "disturbatore televisivo" Gabriele Paolini rischia sei anni di carcere

Today è in caricamento