Domenica, 28 Febbraio 2021
L'allarme / Caltanissetta

Il paese italiano con quasi 800 cittadini positivi che diventa zona rossa

L'annuncio del sindaco di Gela su Facebook: "Vi assicuro che per chi non rispetterà le regole ci saranno sanzioni pesantissime"

Il sindaco di Gela Lucio Greco. Foto da Facebook

"A partire da domani alle 14 Gela sarà zona rossa. Sono in attesa dell'invio del provvedimento da parte del presidente della regione Nello Musumeci. Vi assicuro che per chi non rispetterà le regole ci saranno sanzioni pesantissime". Lo ha annunciato in una diretta Facebook il sindaco della cittadina in provincia di Caltanissetta Lucio Greco. Il primo cittadino ha spiegato che "abbiamo complessivamente 799 persone contagiate in città di cui 762 domiciliari e 37 ricoverati. Abbiamo raggiunto 31 decessi e sono numeri che devono fare riflettere le persone. Chiunque abbia un minimo di senso civico deve capire che si deve essere rispettosi di quelle che sono le regole".

La zona rossa a Gela "per colpa dei comportamenti sconsiderati e poco responsabili"

Già nella giornata di ieri era stata prospettava la decisione del lockdown locale ed ora si attende la firma dell'ordinanza del presidente della regione Nello Musumeci. "Dopo vari contatti con tutte le autorità, Asp, prefetto, questore e presidente della regione, e vista la significativa ascesa della curva dei contagi, causa comportamenti sconsiderati e poco responsabili, ho fatto formale richiesta al presidente della regione perché si proceda alla dichiarazione di zona rossa - ha continuato il sindaco Lucio Greco -. Non è una richiesta fatta a cuor leggero, siamo consapevoli dei danni a livello economico che comporterà, si potrà uscire solo per necessità e urgenze legate alla salute o agli impegni lavoratori. Ma bisogna garantire la salute che è il bene fondamentale".

I numeri sul coronavirus in Sicilia

Mentre il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e altri primi cittadini di diversi comuni siciliani invocano a gran voce la zona rossa, il bollettino di ieri in Sicilia indica un lieve miglioramento rispetto a domenica. Almeno sul fronte dei nuovi contagi, che sono 1.587 su 8.698 tamponi processati. Domenica erano stati 1.733 con un tasso di positività di quasi il 20%, tasso che lunedì si è abbassato al 18,2%. Insomma quasi un tampone su cinque risulta positivo. Oltre ai decessi, che nelle ultime 24 ore sono stati 37, a preoccupare è la crescente pressione sugli ospedali: i ricoveri ordinari diventano 1.298 (+33 rispetto a ieri), mentre le terapie intensive restano stabili a 208 con però 18 nuovi ingressi. Basso il numero dei guariti (237), dato che fa schizzare il numero degli attuali positivi a 42.819 (di cui 41.313 in isolamento domiciliare): mai sono stati così tanti in Sicilia.

Il report sulle singole province vede invece Catania superare nuovamente Palermo come casi registrati dall'inizio della pandemia: 31.869 contro 29.676. Per quanto riguarda i nuovi contagi la provincia etnea ne registra 469, Palermo 451, Messina 246, Ragusa 31, Trapani 13, Siracusa 232, Caltanissetta 75, Agrigento 35 ed Enna 35.

Perché la pandemia di coronavirus è una ma sembrano due eventi diversi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il paese italiano con quasi 800 cittadini positivi che diventa zona rossa

Today è in caricamento