Giovedì, 4 Marzo 2021
Firenze

I genitori di Matteo Renzi a processo

La prima udienza sarà il 4 marzo del 2019. L'accusa è di emissione di fatture false da parte di loro società. L'avvocato dei coniugi Renzi: "Vogliamo difenderci in un processo vero e non in un tritacarne mediatico"

Tiziano Renzi alla guida della sua auto a Rignano sull'Arno (Firenze), 12 giugno 2017. ANSA/MAURIZIO DEGL INNOCENTI

Il Gup del Tribunale di Firenze, Silvia Romeo, ha rinviato a giudizio Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell'ex premier Matteo Renzi. Entrambi dovranno rispondere dell'accusa di emissione di fatture false da parte di loro società. Nell'ambito dello stesso procedimento è stato rinviato a giudizio anche l'imprenditore Luigi Dagostino, accusato di emissione di fatture false e truffa.

La richiesta di rinvio a giudizio era arrivata lo scorso 11 maggio, mentre l'avviso di conclusione delle indagini era stato notificato lo scorso 18 aprile. Nell'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Luca Turco e dalla pm Christine von Borries, la Guardia di finanza ha individuato due fatture (una da 20.000 e un'altra da 140.000 euro più Iva) che secondo l'accusa non sembrerebbero corrispondere ad effettive prestazioni o comunque apparirebbero gonfiate rispetto alle prestazioni svolte. La prima udienza del processo è stata fissata per il 4 marzo 2019.

"Era una decisione scontata da quando abbiamo scelto di chiedere il processo nel marzo 2018", dice a Repubblica Federico Bagattini, avvocato dei coniugi Renzi. "Vogliamo infatti difenderci in un processo vero e non in un tritacarne mediatico. Anche perché le fatture ci sono, sono state regolarmente pagate e il progetto per il quale Renzi ha lavorato è in corso di realizzazione: siamo dunque molto fiduciosi sul merito del procedimento", conclude Bagattini.

Tiziano Renzi compra una pagina sul giornale: "Basta stillicidio, processatemi ovunque" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I genitori di Matteo Renzi a processo

Today è in caricamento