Venerdì, 26 Febbraio 2021
Rovigo

Lo getta in strada, il cane torna e lui lo fa sopprimere dal veterinario: condannati entrambi

L'uomo aveva cercato di sbarazzarsi del suo cane gettandolo in strada dal finestrino della sua auto, ma l'animale era sopravvissuto e così lui aveva deciso di farlo sopprimere da un veterinario

Un anno e due mesi di reclusione per il proprietario del cane e un anno di carcere per il veterinario, per il quale il giudice ha disposto anche un anno di interdizione dalla professione. E' la sentenza di condanna emessa dal giudice del tribunale di Rovigo nel processo per l'uccisione di un cane gettato in strada dal finestrino dell'auto. I fatti risalgono al febbraio 2015.

Il proprietario del cane, G. C., secondo la tesi accolta dal giudice gettò dal finestrino il suo cane. Animale che poi venne recuperato da un passante e per questo motivo il titolare, sempre nella versione dell'accusa, lo fece sopprimere da un veterinario.

Il proprietario del cane, 89enne, pur essendosi sbarazzato dell'animale, fu rintracciato tramite microchip. L'anziano, una volta a casa, decise di farlo sopprimere definitivamente da un veterinario in un ambulatorio con una iniezione letale. Ora sono arrivate le condanne.

Cane gettato dal finestrino si salva e torna a casa: il padrone lo fa sopprimere
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo getta in strada, il cane torna e lui lo fa sopprimere dal veterinario: condannati entrambi

Today è in caricamento