rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Portò le escort a casa di Berlusconi: Tarantini condannato a due anni

Con la sentenza della Cassazione diventa definitiva la condanna a due anni e dieci mesi per l'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini.

È definitiva la condanna a 2 anni e 10 mesi a Gianpaolo Tarantini, l'imprenditore barese accusato di reclutamento della prostituzione per aver portato escort, tra il 2008 e il 2009, nelle residenze dell'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

La Cassazione ha rigettato i ricorsi della procura generale di Bari e della difesa contro la sentenza con la quale il 26 settembre dello scorso anno dalla Corte d'Appello di Bari aveva condannato Tarantini a 2 anni e 10 mesi riducendo la condanna da 7 anni e 10 mesi inferta in primo grado. Nel corso della requisitoria davanti ai giudici della Suprema Corte il sostituto procuratore generale della Cassazione Luigi Giordano, in accoglimento del ricorso presentato dalla Procura Generale di Bari, aveva chiesto, invece, un processo d'Appello per valutare un aumento di pena.

La terza sezione penale della Cassazione ha anche dichiarato inammissibile il ricorso della parte civile Patrizia D'Addario che era stata esclusa in Appello ma 'riammessa' davanti alla Suprema Corte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portò le escort a casa di Berlusconi: Tarantini condannato a due anni

Today è in caricamento