rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Addio allo scrittore Giorgio Pressburger

Ungherese naturalizzato italiano, arrivò a Roma nel 1956. Firma del Corriere della Sera, fu anche assessore al comune di Spoleto

Si è spento all'età di 80 anni Giorgio Pressburger, scrittore, regista e drammaturgo di origine ungherese naturalizzato italiano.

Nato a Budapest da una famiglia ebrea di origini slovacche, dopo essere sopravvissuto allo sterminio nazista lasciò l'Ungheria con l'arrivo dei carri armati sovietici nel 1956 e arrivò in Italia, stabilendosi a Roma.

Collaborò con il Corriere della Sera, ma ricoprì anche incarichi istituzionali: fu assessore al Comune di Spoleto e direttore dell'Istituto italiano di cultura a Budapest. Scrisse opere narrative, testi teatrali, radiofonici e televisivi.

Con il libro La neve e la colpa (Einaudi), composto di cinque racconti, si era aggiudicato il premio Viareggio nel 1998. Nel 2014 Mauro Caputo aveva dedicato alla vita di Pressburger un film documentario intitolato Messaggio per il secolo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio allo scrittore Giorgio Pressburger

Today è in caricamento