Giovedì, 4 Marzo 2021
Cremona

Giovanni Baldi, l’operatore sanitario morto di Covid nell’ospedale dove aveva lavorato in prima linea

Lavorava al pronto soccorso del Maggiore di Crema. Era stato contagiato lo scorso marzo

Un reparto di terapia intensiva (foto di repertorio Ansa/Max Cavallari)

Ha lottato per dieci mesi, ma alla fine Giovanni Baldi è morto. Operatore socio sanitario del pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Crema, Baldi era stato uno dei primi contagiati della prima ondata, quando si era trovato, lui insieme a tanti altri, in prima linea contro il Covid.

Erano le settimane terribili dello scorso anno, gli ospedali di Crema e Cremona sotto pressione in uno dei territori più colpiti dalla pandemia: nel parcheggio dell’ospedale di Crema venne allestito uno ospedale da campo dove operarono i sanitari arrivati da Cuba e ripartiti a fine maggio, dopo due mesi di intenso lavoro.

Giovanni Baldi, l'operatore sanitario morto di Covid a 56 anni

Giovanni Baldi, come raccontato i quotidiani locali, lavorava al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Crema. Dopo aver contratto il coronavirus nella seconda settimana di marzo, le sue condizioni erano peggiorate rapidamente. 

Dopo un lungo periodo in terapia intensiva, Baldi era stato trasferito in una struttura riabilitativa nel bresciano. Nel weekend è stato portato d’urgenza in ospedale, il “suo” ospedale, per il subentrare di alcune complicazioni. Lì Giovanni Baldi è morto, dopo una battaglia contro contro il virus durata dieci mesi. Aveva 56 anni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Baldi, l’operatore sanitario morto di Covid nell’ospedale dove aveva lavorato in prima linea

Today è in caricamento