Domenica, 13 Giugno 2021
Rovigo

Omissione di soccorso, ma il giudice la assolve: "Doveva correre in bagno"

La difesa, documenti alla mano, ha dimostrato che l'imputata soffre di una forma molto seria di cistite e dunque non poteva fermarsi a prestare soccorso

Foto d'archivio

Una 54enne di Rovigo è stata assolta dall’accusa di omissione di soccorso, malgrado lei stessa abbia ammesso di non essersi fermata dopo aver tamponato un’auto. Il motivo? Un’impellenza fisiologica che non poteva proprio aspettare.

La difesa, documenti alla mano, ha infatti dimostrato che la donna soffre da circa 20 anni di una forma molto seria di cistite con frequenti perdite di sangue.

In primo grado - riporta il Gazzettino - l’imputata era stata condannata a nove mesi (con la condizionale) e alla sospensione della patente per un anno e sette mesi. 

Ma la 54enne è riuscita a ribaltare il verdetto in appello: il giudice l’ha assolta con formula piena come richiesto anche dal sostituto procuratore generale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omissione di soccorso, ma il giudice la assolve: "Doveva correre in bagno"

Today è in caricamento