rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Le esequie / Padova

Giulia Cecchettin, il ricordo della sorella: "Ora ti vedo in mezzo alle stelle"

Il saluto nel corso della cerimonia privata a Saonara: "Continuerai a essere il mio angelo custode perché in fin dei conti lo sei sempre stata"

"Ora ti vedo in mezzo alle stelle, che fai a metà gelato con la mamma. Continuerai a essere il mio angelo custode perché in fin dei conti lo sei sempre stata". Così Elena Cecchetin saluta la sorella Giulia nel corso della cerimonia privata a Saonara dopo il funerale a Padova.

Elena trattiene a fatica le lacrime: Giulia "era buona, era la persona migliore che abbia mai conosciuto. Me la porterò per sempre dentro", assicura. Giulia amava "collezionare scatole di latta, non buttava via niente", oppure amava fare "lunghe passeggiate ascoltando musica" e in tutto questo "dimenticava sempre le chiavi".

Giulia "era la mia sorellina e anche la mia sorella maggiore, era onesta e dava ottimi consigli" dice Elena. "Aveva tanto peluche con nomi stranissimi, a Giulia piacevano tanto le macchine vecchie". Ora Giulia "è in mezzo alle stelle, fai a metà il gelato con la mamma, continuerai a essere il mio angelo custode perché in fin dei conti lo sei sempre stata". 

La cerimonia funebre della studentessa 22enne si è svolta prima nella basilica di Santa Giustina a Padova e poi in forma privata a Saonara. La bara bianca di Giulia è entrata in chiesa a Padova accompagnata proprio dal papà Gino, dal fratello e dalla nonna, assieme ad altri parenti. La parte privata della cerimonia funebre si è poi svolta a Saonara. La bara di Giulia Cecchettin ha lasciato la chiesa di San Martino tra applausi e palloncini bianchi con la scritta azzurra 'Ciao Giulia' che sono stati fatti volare via quando la bara ha lasciato il sagrato della chiesa.

Continua a leggere su Today...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giulia Cecchettin, il ricordo della sorella: "Ora ti vedo in mezzo alle stelle"

Today è in caricamento