rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Le ingiustizie / Venezia

18enne morto durante uno stage, nessun risarcimento dall'Inail

La decisione è destinata a far discutere e a rimettere in discussione il periodo di alternanza scuola-lavoro

La famiglia di Giuliano De Seta, lo studente 18enne morto il 16 settembre scorso in un incidente in una fabbrica di Noventa di Piave (Venezia) durante il periodo di alternanza scuola-lavoro, non riceveranno alcun risarcimento da parte dell'Inail per la morte del figlio. Questo perché il ragazzo si trovava in azienda come stagista e non come operaio e perché una norma prevede il risarcimento per gli stagisti soltanto nel caso in cui la vittima sia un ?capofamiglia?, ovvero abbia dei familiari a carico.

Giuliano De Seta frequentava il quinto anno dell'Itis a Portogruaro: ha perso la vita schiacciato da una trave metallica che si è staccata e gli è caduta addosso. Quattro le persone indagate per la morte del ragazzo. Il processo inizierà il 10 marzo 2023.

Studente morto durante uno stage: chi sono i 4 indagati

La decisione è destinata a far discutere e a rimettere in discussione il periodo di alternanza scuola-lavoro già al centro di moltissime polemiche per gli incidenti costati la vita ad altri due giovanissimi: Lorenzo Parelli e Giuseppe Lenoci, entrambi morti durante degli stage. Lorenzo, 19 anni è morto a Lauzacco (Udine) nel suo ultimo giorno di tirocinio in un'azienda metalmeccanica. Giuseppe, 16 anni, è morto in un incidente stradale durante uno stage in una ditta di termo-idraulica.

Continua a leggere su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

18enne morto durante uno stage, nessun risarcimento dall'Inail

Today è in caricamento