Sabato, 23 Ottobre 2021
Venezia

Venezia: le grandi navi da crociera possono navigare libere in laguna

Il Tar del Veneto ha deciso: grandi navi libere sul Canal Grande della laguna veneziana. Così è stata accolta la richiesta di sospensiva presentata con due ricorsi dalla società di gestione del servizio

Il Tar del Veneto ha deciso: le grandi navi da crociera potranno passare liberamente sul Canal Grande della laguna veneziana. Così è stata accolta la richiesta di sospensiva presentata con due ricorsi dalla società di gestione del servizio, Venezia terminal passeggeri e da otto imprese portuali

L'ordinanza sospende fino al 12 giugno, giorno della prossima udienza in merito, i limiti fissati all'epoca dalla Capitaneria di porto, che imponeva la riduzione del 12,5% del traffico delle navi da crociera per quest'anno.

In più ci sarà la sospensione dei limiti per il 2015, sempre previsti dall'autorità marittima, che vietavano l'ingresso delle navi dalla bocca del porto del Lido veneziano alle navi con una stazza superiore alle 96 tonnellate. Secondo l'azienda che gestisce il servizio queste restrizioni avrebbero dimezzato il numero dei passeggeri in transito e messo a rischio oltre 2mila e 500 posti di lavoro diretti, 4mila e 500 compreso l'indotto.

I motivi della sospensione sarebbero due: uno che riguardava l'ordinanza della Capitaneria di porto che sarebbe in contrasto con il decreto Clini-Passera, approvato subito dopo la tragedia dell'isola del Giglio. Il provvedimento aveva posto limiti molto stringenti che venivano però subordinati alla "disponibilità di praticabili vie di navigazione alternative a quelle vietate". Secondo il Tar "le misure in esame si pongono conseguentemente in contrasto con lo specifico principio di gradualità enunciato" e quindi "l'interdizione del transito può essere consentita solo a partire dal momento dell'effettiva disponibilità di una via alternativa".

Infine secondo i giudici manca un'adeguata istruttoria per "l'identificazione dei rischi connessi ai traffici nei canali in questione" visto che dal provvedimento non si evince "un'esauriente ponderazione né dei presupposti di fatto, né delle specifiche valutazioni dei rischi, assunti a fondamento delle misure mitigatorie in esame". (da Venezia Today)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia: le grandi navi da crociera possono navigare libere in laguna

Today è in caricamento