Venerdì, 24 Settembre 2021
Gratta e fuggi?

La storia del gratta e vinci da mezzo milione di euro rubato e (forse) ritrovato

"È depositato in banca a Latina, ma è mio", dice il tabaccaio denunciato da un'anziana a Napoli. Le indagini sono ancora in corso

Dopo essere stato bloccato in aeroporto a Fiumicino mentre cercava di imbarcarsi su un volo con direzione Fuerteventura, il tabaccaio accusato di aver sottratto un gratta e vinci da 500mila euro a un'anziana a Napoli ha raccontato di aver depositato il tagliando vincente in una banca di Latina, asserendo però che il biglietto è suo. Lì l'accusato, un uomo di 57 anni, lo avrebbe depositato prima di cercare di partire per le isole Canarie. La faccenda, da alcuni ribattezzata "gratta e fuggi" sui social, risulta ingarbugliata. Ecco perché le indagini sono ancora in corso.

La storia del gratta e vinci rubato a Napoli

I carabinieri che indagano sulla vicenda stanno verificando se il gratta e vinci sia effettivamente custodito nell'istituto di credito laziale. Nel frattempo il tabaccaio, per il momento denunciato a piede libero per furto in attesa delle verifiche necessarie, sostiene di non aver rubato il tagliando e passa al contrattacco annunciando di voler denunciare la stessa signora per calunnia. In attesa di fare chiarezza sulla vicenda, l'intero lotto di biglietti è stato sospeso dai Monopoli di Stato, per evitare che la vincita di 500mila euro venga incassata, così come è stata sospesa la licenza della tabaccheria di Materdei, rione di Napoli dove tutto sarebbe avvenuto.

"È stato necessario avviare il procedimento di sospensione cautelare del rapporto fiduciario posto alla base della concessione rilasciata", ha spiegato l'Agenzia delle dogane e dei monopoli. Il biglietto sarebbe stato comunque sequestrato in via cautelativa e l'operatività del conto corrente dove sarebbe stato depositato il tagliando vincente bloccata.

Tutto è iniziato lo scorso sabato. La signora ha raccontato di aver acquistato due gratta e vinci. Uno di questi è risultato vincente. Non credendo ai suoi occhi, la donna si sarebbe recata dal tabaccaio per avere una conferma, ma nel visionarlo uno dei proprietari della ricevitoria l'avrebbe portato via con sé fuggendo in moto. La signora ha sporto subito denuncia, ma l'uomo è risultato irreperibile fino a ieri quando, pronto a partire per la Spagna, stava cercando di salire su un aereo a Fiumicino. Quando è stato rintracciato l'uomo non aveva il biglietto con sé, biglietto che - come detto - sarebbe stato depositato in una banca dove l'uomo avrebbe anche aperto un conto corrente.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia del gratta e vinci da mezzo milione di euro rubato e (forse) ritrovato

Today è in caricamento