rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Il caso

Greta Beccaglia molestata, parla il tifoso denunciato: "Chiedo scusa, ho sbagliato"

Il ristoratore di Ancona a una trasmissione radiofonica: "La mia compagna mi ha chiesto come mi sia venuto in mente. Adesso vorrei incontrare quella donna, quando lei vorrà"

Chiede scusa il 45enne che ha molestato la giornalista sportiva Greta Beccaglia in una diretta tv nel dopo partita di Empoli-Fiorentina. "Non volevo parlare con nessuno, solo andare alla macchina, ho sbagliato e chiedo scusa: voglio incontrarla quando sarà possibile, quando lei vorrà - dice il tifoso -. Ho chiesto scusa, e  ci mancherebbe".

L'uomo, un ristoratore della provincia di Ancona, intervenendo a una trasmissione radiofonica ha poi commentato così la denuncia della giornalista di Toscana Tv contro di lui per violenza sessuale: "Non sto bene per quello che ho fatto. È stato uno sbaglio. A casa mi hanno detto come mi fosse venuto in mente, me l'ha detto anche la mia compagna. Sanno che non sono una persona cattiva. Stiamo passando tutti i dispiaceri possibili del mondo".

E ancora, sull'accusa di aver sputato prima della molestia: "Stavo tossendo, non ho sputato. Guardate dove è finita questa cosa per uno sbaglio. Uno lavora una vita, si crea una vita e poi guardate cosa succede per una cosa così...".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Greta Beccaglia molestata, parla il tifoso denunciato: "Chiedo scusa, ho sbagliato"

Today è in caricamento