Domenica, 9 Maggio 2021

Ilaria Cucchi conferma: "Ho intenzione di querelare Salvini"

La sorella di Stefano Cucchi, ospite del programma 'In mezz'ora in più', ha parlato delle dichiarazioni del leader della Lega e della vicenda giudiziaria che ha coinvolto il fratello: ''Una battaglia per la giustizia, non contro i carabinieri''

Ilaria Cucchi

Come annunciato nei giorni scorsi, Ilaria Cucchi, conferma di essere intenzionata a querelare Matteo Salvini. "Sì, probabilmente sì", così ha risposto la sorella di Stefano Cucchi alla domanda diretta della conduttrice del programma 'In mezz'ora in più', Lucia Annunziata, sulla possibilità di andare per vie legali dopo le dichiarazioni del leader della Lega sulla morte del fratello Stefano a causa della droga. 

"Al di là di questo - aggiunge Ilaria - Salvini delle volte mi fa sorridere, è davvero imbarazzante: nel giorno in cui, dopo dieci anni, c'erano state le condanne per omicidio preterintenzionale per la morte di mio fratello, lui vivendo forse in un'altra dimensione, ha minacciato una controquerela, continuando a parlare di droga. Anche a me fa paura la droga, ma mio fratello Stefano non è morto a causa della droga: questo lo abbiamo appurato nel processo anche se era chiaro fin dal principio; ora è ancora più chiaro". 

Per l'avvocato Fabio Anselmo - che è anche il compagno di Ilaria Cucchi - "è chiaro che si tratta di un'uscita pubblica che ha uno scopo comunicativo ben preciso: distrarre l'opinione pubblica da quello che era il nocciolo della notizia e cioè della vittoria della giustizia e della dimostrazione che aveva ragione la famiglia Cucchi. Semmai - aggiunge il legale - fa specie che il ministro dell'Interno era costituito parte civile nel processo e dunque Salvini deve veramente mettersi d'accordo con se stesso".

Ilaria Cucchi: ''La mia una battaglia per la giustizia, non contro i carabinieri''

Durante l''intervista televisiva Ilaria Cucchi ha anche chiarito una questione importante: "Più di una volta è stato insinuato che ci fosse una guerra in corso tra la nostra famiglia e l'Arma dei Carabinieri, invece era solo una battaglia di giustizia". 

"La verità è cosa diversa dalla giustizia - premette Ilaria - la verità la conoscevamo da sempre, la giustizia è una cosa in cui ho sperato da sempre, non come vendetta ma come monito per chi potrebbe comportarsi nella stessa maniera". In tal senso, osserva, "la foto del baciamano del carabiniere al termine del processo è stata una immagine simbolo di quella giornata e di quello che è significato arrivarci in quella maniera. Ha rappresentato la riconciliazione con le istituzioni e con lo Stato e con la stessa Arma dei Carabinieri".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ilaria Cucchi conferma: "Ho intenzione di querelare Salvini"

Today è in caricamento