Lunedì, 1 Marzo 2021
Ravenna

Ilenia Fabbri: il video del presunto killer e il mistero delle chiavi di casa

Emergerebbero alcuni dettagli importanti dall'analisi delle immagini di videosorveglianza catturate nei dintorni della casa di Faenza (Ravenna) dove, la mattina del 6 febbraio, è stata uccisa la 46enne: "Un uomo di carnagione chiara e alto 1.80-1.90". L'ex marito è indagato a piede libero per omicidio volontario pluriaggravato in concorso con persona ignota

Foto: RavennaToday

Dare un nome a quell'uomo ripreso dalle telecamere. E farlo il prima possibile. Emergerebbero alcuni dettagli importanti dall'analisi delle immagini di videosorveglianza catturate nei dintorni della casa di Faenza (Ravenna) dove, la mattina del 6 febbraio, è stata uccisa Ilenia Fabbri

Il video del presunto killer di Ilenia Fabbri a Faenza

L'uomo sospetto indossava un paio di pantaloni modello jeans presumibilmente scuri, scarpe con una componente bianca, una giacca scura, un cappuccio sulla testa, una mascherina anti-covid19 sulla bocca e portava forse uno zainetto sulle spalle; un uomo di carnagione chiara e alto 1.80-1.90 circa. Prima delle 6 di mattina di quel sabato, le telecamere di sorveglianza della strada perpendicolare a quella dove si trova la casa del delitto hanno ripreso un passante. Si ferma per un istante, come se si fosse accorto della presenza della videosorveglianza. Poi si gira di scatto, attraversa la strada e scompare da quell'obiettivo che, pochi minuti dopo, riprende il passaggio della macchina dell'ex marito di Ilenia. Un killer "non professionale ma pericoloso", secondo il procuratore capo Daniele Barberini, per il quale si stanno compiendo valutazioni "su aspetti morfologici" proprio grazie alle immagini in questione. C'è poi quell'identikit fornito dall’unica testimone oculare, l’amica della figlia, rimasta quella notte a dormire nell’appartamento di via Corbara e per questo ora sotto protezione. L'assassino sarebbe un uomo alto, con spalle larghe, corpulento e mai visto prima da lei. Descrizione che, seppur parziale, combacia con quell'uomo ripreso dalle telecamere.

Torniamo al video che inquadra il presunto killer pochi minuti prima del dramma. Su quelle immagini lavorano i tecnici della polizia Scientifica, si prova a ottenere una maggiore definizione. Quindici secondi catturati fra le 5.50 e le 5.52, quando in strada non c'era nessun altro. Il video in questione non restituisce un'immagine chiara, ma anzi rimane pieno di punti oscuri. Gli indizi per arrivare all'identità sono ancora deboli. Le indagini si concentrano su quell'uomo immortalato per una quindicina di secondi dalla videosorveglianza: i sospetti che sia lui colui che ha ucciso Ilenia sono fortissimi. Tuttavia rimangono insoluti tutti i giganteschi punti interrogativi dell'intera vicenda, che ha scosso la tranquilla Faenza.

I movimenti di sabato mattina dell'ex marito di Ilenia Fabbri sono stati dettagliatamente analizzati ovviamente: ribadisce di essere totalmente estraneo ai fatti. Quando l'ex moglie è stata uccisa lui era in viaggio verso Milano con la figlia per ritirare un'automobile. Ora è indagato a piede libero per omicidio volontario pluriaggravato in concorso con persona ignota.  La separazione era stata particolarmente burrascosa, ed era sfociata anche in una causa civile riguardante un trascorso rapporto di lavoro.

La fidanzata di Claudio Nanni: "So che è innocente"

"Non gli ho chiesto niente, perchè so che è innocente". E' convinta dell'innocenza del compagno la fidanzata di Claudio Nanni, attualmente unico indagato per l'omicidio della ex moglie Ilenia Fabbri. Il programma Mediaset Pomeriggio Cinque ha intervistato la nuova compagna di Nanni, che non ha dubbi sull'estraneità ai fatti dell'uomo. Le dichiarazioni oggi sono riprese da tutti i giornali locali. "E' una persona stupenda, è una persona generosa, bellissima, che se hai bisogno lui c'è - ha detto la donna alle telecamere descrivendo il compagno - E' una persona che la sera quando torni a casa ti lascia le pantofole preparate, il pigiama, la cena pronta, tutto apparecchiato".

"Quando hai bisogno e tu lo chiami lui è preoccupato di come stai - continua - Una volta ho lasciato la mia bicicletta nella sua officina perchè sono andata a lavorare in macchina: quando sono tornata al pomeriggio mi ha detto "Ti ho oleato tutta la catena perchè era arrugginita". Io in tutta la mia vita non ho mai trovato una persona che mi facesse queste cose. A me sembra un sogno, è una persona che prima di pensare a se stesso pensa agli altri. Lui in questo momento è preoccupato di come sta Arianna (la figlia, ndr), di cose gli è successo, di come fare, perchè sa benissimo che ci saranno anni e anni prima che questa cosa ad Arianna passi leggermente. E lui è devastato da questa cosa. Io non gli ho mai chiesto niente, perchè da quando è uscita la notizia io sapevo che Claudio era innocente, assolutamente innocente. Può aver commissionato questo delitto come stanno dicendo? No, è una persona che non sarebbe neanche in grado di pensarlo".

L'omicidio di Ilenia Fabbri e il mistero delle chiavi

I tabulati telefonici possono essere un punto da cui partire per capire cosa sia successo la mattina del 6 febbraio: alle 5:57 Claudio Nanni manda un messaggio alla figlia per dirle di scendere. Alle 6:06 l'amica, rimasta a dormire nella casa del delitto, chiama Arianna per dirle cosa stava succedendo, pensando alla presenza di un estraneo che stava aggredendo Ilenia.

In un primo momento si pensava a un ladro, ma sarebbe entrato senza forzare la porta: aveva le chiavi? Si starebbero passando al setaccio i negozi di ferramenta della zona, per capire se qualcuno, nei giorni precedenti, avesse fatto una copia.

Le forze dell'ordine arrivano attorno alle 6:20, il corpo di Ilenia giace ormai senza vita nel garage: un profondo taglio alla gola non le ha dato scampo.

Ilenia Fabbri: i piani del misterioso killer "rovinati" da due persone

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ilenia Fabbri: il video del presunto killer e il mistero delle chiavi di casa

Today è in caricamento