rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Pavia

Riaperto il caso della ex modella trovata morta in un canale: "Polina Kochelenko è stata uccisa"

Polina Kochelenko era stata ritrovata senza vita nel Pavese il 18 aprile 2021: quel giorno sono scomparsi due suoi cani di grande valore economico

La procura di Pavia ha aperto un fascicolo per omicidio volontario, al momento a carico di ignoti, per la morte di Polina Kochelenko, 35enne ex modella e addestratrice di cani il cui cadavere è stato trovato in un canale agricolo a San Giorgio Lomellina, nel Pavese (lei abitava a pochi chilometri di distanza, a Valeggio), il 18 aprile 2021. La donna aveva vissuto a lungo a Nole con la madre e il compagno di quest'ultima, che da qualche anno si sono trasferiti a Lanzo Torinese. Da qui sono stati effettuati collegamenti con la trasmissione 'Chi l'ha visto?' di Rai 3, che si è occupata fin da subito del caso sottolineandone le anomalie. Proprio queste hanno indotto un giudice del tribunale pavese a respingere la richiesta di archiviazione formulata dalla procura locale, che invece aveva ipotizzato che la donna fosse morta nel tentativo di salvare uno dei suoi cani caduto nel canale, e a chiedere l'apertura del nuovo fascicolo per omicidio volontario.

Tutte le cose che non tornano del caso

Polina Kochelenko era nata a Mosca ma aveva sostanzialmente vissuto l'infanzia e la gioventù a Nole insieme alla madre Alla e al suo nuovo compagno. Qui aveva intrapreso la carriera di modella e aveva partecipato a un reality-show in televisione. A Milano si era laureata in giurisprudenza, con specializzazione in criminologia, e si era trasferita pochi anni fa a Valeggio. Qui era nata la sua nuova grande passione: i cani. Era diventata un'addestratrice e ne aveva sei, che portava a spasso quotidianamente nelle campagne del vicinato. Fino a quel tragico 18 aprile 2021. Pochi minuti prima della morte la donna era al telefono con un amico, Roberto. "Roby ti richiamo tra poco, uno dei miei cani si è allontanato", gli aveva detto. Da escludersi, quindi, l'ipotesi che si fosse suicidata.

Il cadavere è stato trovato bloccato in una chiusa dove l'acqua è alta circa due metri. La donna era un'abile nuotatrice e alla madre era parso subito strano che potesse essere annegata in una circostanza simile. Nell'acqua con lei, inoltre, non c'erano cani. Due di loro, Gaga e Grey, due pastori tedeschi di sette mesi, del valore di circa 15mila euro ciascuno, sono scomparsi nel nulla. Secondo l'avvocato Tiziana Barrella, legale della famiglia della vittima, questo sarebbe il movente più probabile dell'omicidio: qualcuno l'avrebbe scaraventata nel canale per portarglieli via. Non si esclude però la pista passionale: da qualche tempo Polina frequentava un uomo che nessuno conosceva e che aveva un'auto di colore chiaro, azzurra o grigia metallizzata. Quest'ultimo non è mai stato rintracciato (e forse neppure cercato).

Gli oggetti personali della donna sono stati ritrovati ben disposti a terra, come se qualcuno lo avesse fatto apposta. A terra anche dei fazzoletti che lei, convinta ambientalista, non avrebbe mai gettato a terra secondo chi la conosce bene. La madre Alla ha conservato tutti i suoi abiti di quando è stata trovata morta: "Era vestita a strati perché faceva freddo - ha raccontato ai microfoni di 'Chi l'ha visto?' -, ma nei pantaloni e nel giubbotto ci sono strappi che non sono spiegabili con la caduta, come se avesse lottato con qualcuno". In ogni caso, ora le indagini si faranno per omicidio e non per una morte per cause accidentali: "Adesso cambia tutto - ha detto l'avvocato Barrella a 'Chi l'ha visto?' -, adesso cerchiamo una persona specifica. Gli elementi che abbiamo messo insieme ci hanno fatto ben comprendere che erano troppe le incongruenze".

Polina Kochelenko, morta a 35 anni in circostanze ancora da chiarire

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaperto il caso della ex modella trovata morta in un canale: "Polina Kochelenko è stata uccisa"

Today è in caricamento