Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Spagna

Strage bus Erasmus in Spagna, le famiglie delle vittime italiane fanno ricorso contro l'archiviazione

Il magistrato di Amposta aveva escluso responsabilità oggettive sul piano penale per quanto accaduto. I legali delle famiglie delle ragazze italiane morte nello schianto hanno presentato ricorso

Hanno presentato ricorso le famiglie delle vittime italiane dell'incidente del bus Erasmus avvenuto in Catalogna lo scorso 20 marzo, dopo la decisione del giudice istruttore del tribunale di Amposta, vicino Tarragona, di archiviare l'inchiesta penale. Nello schianto morirono tredici studentesse, sette delle quali italiane, e il magistrato ha ritenuto non esserci state responsabilità oggettive sul piano penale per l’accaduto.

Il legale delle famiglie ha informato l'ambasciatore italiano in Spagna della presentazione del ricorso. "Siamo stupefatti e nuovamente sotto shock", aveva detto dopo la notizia dell'archiviazione Alessandro Saracino, il padre di Serena, una delle ragazze morte nell'incidente. 

Secondo gli avvocati italiani, come riporta Il Corriere Fiorentino, ci sarebbero buone probabilità che il ricorso venga accolto, citando ad esempio il fatto che l'autista del bus non è stato ancora interrogato dalle autorità iberiche (l'uomo ammise con la stampa di essersi addormentato alla guida), come pure i dati registrati dalle scatole nere, che dimostrerebbero come prima dello schianto ci siano stati diversi cambiamenti di velocità. Le famiglie chiamano anche in causa la gestione del tratto autostradale dove è avvenuto lo schianto, ritenuto poco sicuro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage bus Erasmus in Spagna, le famiglie delle vittime italiane fanno ricorso contro l'archiviazione

Today è in caricamento