rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Lo schianto / Alessandria

Le ultime ore dei tre amici morti nell'incidente di Alessandria: la partita dei Mondiali in tv e la folle fuga dai carabinieri

Lorenzo Pantuosco, Lorenzo Vancheri e Denise Maspi viaggiavano tutti nello stesso mezzo, finito contro un passaggio a livello e poi nel giardino di una casa privata. Con loro altri 4 ragazzi, rimasti feriti. Il conducente, piantonato in ospedale, positivo all'alcol test

Avevano la passione per il calcio, non perdevano una partita dei Mondiali, tutti li descrivono come ragazzi tranquilli. A Cantalupo, centro in provincia di Alessandria, tutti sono ancora sotto choc per il terribile incidente avvenuto nella notte tra sabato 10 e domenica 11 dicembre lungo la provinciale 244 costato la vita a Lorenzo Pantuosco, 23 anni, Lorenzo Vancheri, di 21 anni, Denise Maspi, di 15 anni. Erano, con altri quattro amici rimasti feriti, a bordo di un monovolume Peugeot 807 che si è schiantato contro un passaggio a livello. Il mezzo era in fuga dai carabinieri e il conducente è risultato positivo all'alcol test.

La ricostruzione delle ultime ore di vita dei tre ragazzi è quella di una normale comitiva di amici. In sette si riuniscono per vedere insieme la partita dei Mondiali, poi salgono sul mezzo e vanno in discoteca. Quando il locale chiude risalgono sul mezzo, forse per andare in un altro locale. Marouan, 22 anni, si mette alla guida ma comincia a zigzagare con l’auto e una pattuglia dei carabinieri intima l’alt. Il giovane non si ferma, forse perché sapeva di avere bevuto un po' troppo. Nasce un inseguimento. I militari non vedono più l'auto. La tragedia. Il mezzo si schianta contro un passaggio a livello e viene sbalzato nel giardino di un'abitazione privata. Resta un ammasso di lamiere. Lorenzo Pantuosco, Lorenzo Vancheri e Denise Maspi perdono la vita. Degli altri quattro amici, due sono gravi.

I primi esiti degli esami tossicologici dicono che nel sangue di Marouan c'è troppo alcol. Non risulta invece assunzione di droga. Viene arrestato con l'accusa di omicidio stradale ed è piantonato in ospedale. I genitori del ragazzo sono di origine marocchina, non si esclude che il gruppo di amici abbia in qualche modo partecipato a festeggiamenti per la qualificazione del Marocco alla semifinale dei Mondiali. 

"Hanno guardato insieme le partite dei Mondiali Marocco-Portogallo, poi anche Francia-Inghilterra. Quindi dovrebbero essere andati al bowling per poi tornare ancora qua. Cosa sia successo dopo non lo sappiamo", dice Simone Ballacchino, presidente e gestore del circolo sportivo-ricreativo di Alessandria in via Pietro Nenni. Tratteggia il ritratto di ragazzi "bravissimi e tranquilli, chi studiava, chi lavorava, non abituati a bere, se non Estathè. Non riesco a capire cosa possa essere andato storto" dice ancora. 

Dopo l'impatto contro il guard-rail il mezzo dei ragazzi è finisce nel giardino della casa vicino a un passaggio a livello. Il frastuono richiama i residenti, son loro i primi a tentare di aiutare i ragazzi. "Sembrava la guerra", la parole di Luigi. Suo il cortile dove è finito il van dei ragazzi. 
Del mezzo non resta che un ammasso di lamiere e stava anche per prendere fuoco. Arrivano i carabinieri, il 118, i vigili del fuoco.

Incidente a Cantalupo

Tutti in paese conoscono le tre vittime. "Come se fossero figli nostri" ripetono i residenti. Lorenzo Vancheri, 21 anni, il calcio si limitava a guardalo in tv. Era anche calciatore di una formazione locale.  I genitori di Lorenzo Pantuosco invece hanno una pasticceria. Era magazziniere della squadra di Eccelleza Luese Cristo (Eccellenza).

"La tragedia di Cantalupo segna in modo indelebile la nostra comunità. Non è il momento di soffermarsi sulle responsabilità, ma di stringere in un grande abbraccio le famiglie, le amiche e gli amici della giovanissima ragazza e dei ragazzi mancati nell'incidente della notte scorsa. Ci affidiamo ai sanitari per i feriti, sperando di averli presto guariti tra noi", commentano sindaco e vicesindaco di Alessandria, Giorgio Abonante e Marica Barrera. "Certo - proseguono - da quanto emerge dai primi rilievi, la dinamica di questo incidente ci obbliga a richiamare tutti al rispetto del codice della strada e alla guida in sicurezza. Siamo nel momento del lutto e del silenzio, pertanto riteniamo doveroso annullare la conferenza stampa di domani per la presentazione degli eventi previsti per l'ultimo dell'anno e il Capodanno".

Tutte le notizie su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ultime ore dei tre amici morti nell'incidente di Alessandria: la partita dei Mondiali in tv e la folle fuga dai carabinieri

Today è in caricamento