Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Como

L'incidente ferroviario di Inverigo riaccende il dibattito sulla sicurezza: "Errore umano"

In quel tratto della linea ferroviaria non era operativo il sistema di sicurezza SCMT, una tecnologia che avrebbe impedito lo scontro tra i due mezzi secondo il Mit. L'incidente di Inverigo sarebbe stato causato da un errore umano di un macchinista

Nessuno è in gravi condizioni, ed è questa la cosa più importante. Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, esprime massima vicinanza e solidarietà ai feriti dell'incidente avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri nella stazione di Inverigo, in provincia di Como.cToninelli assicura che oggi gli ispettori di Ansf effettueranno i sopralluoghi necessari ad acquisire elementi utili per individuare le cause dell'incidente. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe possa essersi trattato di un errore umano, ma ciò che è certo è che in quel tratto della linea ferroviaria, gestita da FerrovieNord, non era operativo il sistema di sicurezza SCMT, una tecnologia che avrebbe impedito lo scontro tra i due mezzi: lo comunica il Mit. Lo scontro tra i convogli riapre dunque il tema dei differenti standard di sicurezza tra le linee controllate da RFI e quelle invece gestite da altri operatori.

"Incidente Inverigo sarebbe stato causato da errore umano"

Sul fatto Trenord ha aperto un'inchiesta interna. È stata riattivata all'alba la circolazione ferroviaria sulla linea Milano-Asso fra Arosio e Merone, interrotta dalle 18.35 di ieri in seguito all'incidente tra due convogli a Inverigo. Come fa sapere Trenord, sulla linea i treni hanno ripreso a circolare questa mattina da inizio servizio.

"Abbiamo immediatamente chiesto ai responsabili del servizio - dice l'assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi - di fornire tempestivamente una relazione puntuale su quanto accaduto stasera. Ci riserviamo di fare le valutazioni del caso non appena avremo tutti gli elementi a disposizione. Secondo le prime informazioni, però, lo scontro sarebbe stato causato dall'errore umano di un macchinista partito con il rosso". "Un grande ringraziamento ai soccorritori, alle Forze dell'ordine e alla Protezione civile per la consueta tempestività ed efficienza. Ci aspettiamo - ha concluso Terzi - che si intervenga per limitare al massimo i disagi per gli utenti in attesa della riattivazione della linea".

Como, scontro tra treni in stazione: almeno 50 feriti 

scontro treni inverigo soccorsi-2-2

"Due treni sullo stesso binario - dicono il capogruppo del Pd in Regione Fabio Pizzul e il segretario regionale Vinicio Peluffo - è una circostanza non deve accadere, evidentemente ci sono stati errori o mancanze nei sistemi di controllo. Ora si soccorrano i feriti ma chi gestisce il servizio ferroviario deve spiegare come sia potuto succedere e cosa farà perché non accada più. E' passato poco più di un anno dal tragico fatto di Pioltello, francamente pensavamo che incidenti ferroviari in Lombardia non sarebbero più accaduti. Intanto chiediamo che l'assessore riferisca in Aula per fare chiarezza sull'accaduto".

Incidente Pioltello, ecco gli "sciacalli dei risarcimenti": chi non c'era chiede i danni

Secondo Raffaele Erba, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, "la sicurezza dei pendolari deve essere la priorità che ci dobbiamo dare perché sono ancora molti i margini di miglioramento dei trasporti. La stessa priorità dovrà essere assunta anche da chi governa Regione Lombardia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incidente ferroviario di Inverigo riaccende il dibattito sulla sicurezza: "Errore umano"

Today è in caricamento