Giovedì, 4 Marzo 2021
Il tragico weekend degli infortuni sul lavoro / Reggio Emilia

L'agricoltore soffocato dai liquami, l'operaio investito e l'uomo decapitato dal trattore

Una serie di incidenti mortali ha funestato il fine settimana sull'appennino reggiano, a Brescia e nel Lecchese

Un agricoltore di 60 anni è morto intorno alle 9:00 di ogggi domenica 21 febbraio dopo essere caduto nella vasca dei liquami della sua azienda agricola in località Poiago di Carpineti, sull'Appennino Reggiano. L'uomo non sarebbe riuscito a liberarsi e i soccorritori del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Secondo quanto riportato dai quotidiani locali i carabinieri ipotizzano si sia trattata di una caduta accidentale.

Nel Bresciano è invece morto il 68enne Giuseppe Lonati mentre era al lavoro in un campo di sua proprietà insieme ad altri familiari. Stavano tagliando la legna con la circolare, quando il maglione è rimasto impigliata nel cardano del trattore. Nonostante il veicolo sia stato subito fermato, per lui non c'è stato nulla da fare: è morto decapitato. 

Ieri un altro incidente sul lavoro era occorso a un uomo di settant'anni travolto da un escavatore a Malgrate, nel Lecchese. Anche in questo caso per i soccorritori non c'è stato nulla da fare per le condizioni dell'uomo apparse sin da subito gravi agli operatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'agricoltore soffocato dai liquami, l'operaio investito e l'uomo decapitato dal trattore

Today è in caricamento