rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
miracolo nella tragedia / Venezia

Neonato sopravvive all'incidente di Mestre: "Mamma e papà lo hanno protetto coi corpi"

Quello che è successo al bambino di pochi mesi è stato definito "miracoloso" dai vigili del fuoco: il racconto

Per i vigili del fuoco è un miracolo. Un bambino di pochi mesi di vita è sopravvissuto all'incidente che ha coinvolto un autobus a Mestre, alle porte di Venezia, nella serata di martedì 3 ottobre. Tra le vittime del pullman caduto dal cavalcavia ci sono stati anche bambini, tre: un bambino di un anno e mezzo, un 12enne e un'altra ragazza minorenne di cui però non è stata ancora resa nota l'età. Nella tragedia di Mestre ci sono però anche sprazzi di luce.

Identificate tutte le vittime sul bus: ci sono 9 ucraini

Il neonato salvato dai corpi dei genitori

Un neonato è stato ritrovato in vita dopo il terribile incidente. A dirlo all'Ansa è stato il coordinatore del Suem 118 Veneto, Paolo Rosi. Pare che i genitori del bimbo abbiano tentato di proteggerlo con i loro corpi in due momenti: quando hanno capito che il mezzo sul quale viaggiavano stava precipitando e quando si sono sviluppate le fiamme.

La reazione istintiva di fare da scudi umani ha permesso così di salvare la vita al piccolo. Al momento, però, ancora non si sa chi e dove siano il papà e la mamma del bimbo. Non è chiaro se siano sopravvissuti anche loro o se invece risultano tra i morti.

Negli ospedali del Veneto ci sono 15 pazienti, 12 adulti e 3 minori, coinvolti nell'incidente del pullman a Mestre. Undici si trovano in reparti ad alta intensità di cura (terapie intensive). Lo riferisce la Regione Veneto. All'ospedale di Mestre sono ricoverati 5 pazienti, tre di nazionalità ucraina (due donne e un uomo), un tedesco, una donna in corso di identificazione .All'ospedale di Dolo si trova una donna di nazionalità francese; all'ospedale di Mirano c'è un croato; all'ospedale di Treviso sono ricoverati 5 pazienti, di cui un ragazzo e sua sorella austriaci, uno spagnolo, un austriaco e un'ucraina. All'ospedale di Padova si trovano tre pazienti: una spagnola, una bambina ucraina e una donna in corso di identificazione.

Bus precipitato a Mestre: i 4 elementi emersi dalle indagini

Nella notte è stato trasferito un paziente dall'ospedale di Treviso al centro grandi ustioni di Padova. Un ulteriore paziente, una donna ancora in corso di identificazione, è stata trasferita poco fa da Mestre a Padova.

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonato sopravvive all'incidente di Mestre: "Mamma e papà lo hanno protetto coi corpi"

Today è in caricamento