Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Roma

Gaia e Camilla, le due 16enni morte nella notte a Roma. Si indaga per omicidio stradale

Compagne di classe, le due giovani frequentavano entrambe il liceo De Sanctis. Avevano trascorso la serata nella zona di Ponte Milvio: poco dopo mezzanotte sono state travolte da un'auto guidata dal 20enne Pietro Genovese, figlio del noto regista Paolo

Il luogo dell'incidente. ANSA

Si chiamavano Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli le due ragazze di 16 anni morte nella notte a Roma dopo essere state investite da un'auto nella zona di Ponte Milvio, cuore della movida romana. 

Compagne di classe, le due giovani frequentavano entrambe il liceo De Sanctis nella sede di via Serra al Fleming. Amiche a scuola e anche fuori. Ieri come spesso capitava avevano trascorso la serata a Ponte Milvio, nella zona dei locali della movida. 

Incidente a Corso Francia, morte due ragazze di sedici anni: la dinamica

Al momento dell'incidente, avvenuto poco dopo mezzanotte, le due ragazze stavano attraversando Corso Francia, altezza via Flaminia, una strada a scorrimento veloce e due passi da Ponte Milvio. Avevano deciso di tornare a casa, verso la zona di Collina Fleming, quando sono state travolte da una Renault Koleos guidata da Pietro Genovese, 20 anni, figlio del noto regista Paolo. Il giovane, forse anche a causa dell'asfalto reso viscido dalla pioggia, non è riuscito a frenare in tempo. Dopo l'incidente si è subito fermato a prestare soccorso, ma per le due ragazze non c'era più nulla da fare.

Paolo Genovese: "Dolore insopportabile"

Genovese sarebbe risultato positivo agli esami alcolemici e tossicologici. Lo si apprende da fonti della polizia locale che precisano come dall'ospedale non siano trapelati i quantitativi di alcol e droga in eccesso.

"Il dolore per Gaia e Camilla e per i loro genitori è insopportabile. Siamo una famiglia distrutta è una tragedia immensa che ci porteremo dentro per sempre" è la dichiarazione all'ANSA del regista Paolo Genovese


incidente_corso_francia (1)-2

Tanti gli amici e conoscenti che si sono riversati sul punto dell'incidente, con i cadaveri a terra, poi coperti dopo l'arrivo degli agenti della polizia Locale del II gruppo.

Camilla è stata riconosciuta subito, racconta RomaToday: aveva con sè i documenti. A riconoscere Gaia invece è stato il padre, ufficiale di complemento da anni in congedo che, appreso dell'incidente e del coinvolgimento dell'amica, si è recato sul luogo. Nel frattempo gli amici della comitiva si erano riuniti in capannello sul punto dell'impatto. 

Il cordoglio del Liceo De Sanctis

Su facebook la scuola di Gaia e Camilla, il liceo De Sanctis, ha espresso tutto il proprio dolore per quanto accaduto: "Si tratta di uno tragico shock per le famiglie e per tutta la comunità del De Sanctis. La preside, il consiglio di istituto, i professori, il personale Ata e tutti gli studenti abbracciano, addolorati e attoniti, le famiglie delle due ragazze. Siamo vicini con tutto il nostro affetto anche agli amici e ai compagni di Gaia e Camilla. Non ci sono parole per spiegare quello che stiamo vivendo. Rimangono solo il nostro silenzio e il nostro pianto disperato".

La Procura indaga per omicidio stradale

La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio stradale. A condurre le indagini, sotto il coordinamento dell'aggiunto Nunzia D'Elia, il Gruppo Parioli della polizia locale di Roma Capitale. Il cellulare di Pietro Genovese è stato sequestrato. Si tratta di verificare se al momento dell'incidente il ragazzo stava usando il telefono. Sequestrata per accertamenti tecnici anche l'auto che il ventenne guidava. 

I dubbi sulla dinamica dell'incidente

Ci sono però molti dubbi da sciogliere. Il primo è quello relativo al punto dell'attraversamento. Non è chiaro infatti se Gaia e Camilla stessero attraversando o meno sulle strisce. Da accertare anche se il semaforo per l'auto che le ha travolte fosse rosso o verde. Alcuni testimoni hanno raccontato di un semaforo verde per le auto e di un impatto terribile. Le conferme arriveranno dalle telecamere chiamate a mostrare gli attimi dell'impatto. Da capire se oltre all'investimento della Koleos di Genovese, le due 16enni siano state poi travolte anche da altre auto, fatto al momento non escluso.

Roma, 25enne morto in un incidente in via Marco Polo

E a Roma nella notte c'è stato un altro incidente mortale costato la vita ad un ragazzo di 25 anni. Il giovane, a bordo di uno scooter elettrico, modello Ecodream, si è scontrato, per cause ancora in corso d'accertamento, con una Ford Fusion. Trasportato in ospedale, il 25enne è deceduto due ore dopo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaia e Camilla, le due 16enni morte nella notte a Roma. Si indaga per omicidio stradale

Today è in caricamento