Domenica, 26 Settembre 2021
Lecce

Strafatto di metadone provoca un incidente e si gode la scena

Antonio Cavallone, 46 anni, ha spento la sua Opel al centro della carreggiata sulla statale 379. Dopo aver provocato un incidente è fuggito braccato per nove chilometri dai carabinieri

Antonio Cavallone, 46 anni, di Carmiano (Lecce). E’ stato lui, secondo LeccePrima, a provocare un brutto incidente sulla statale 379, in Salento, per poi fuggire braccato dalla polizia per nove chilometri.

Ma è soprattutto il modo in cui si sono svolti i fatti a lasciare sconvolti. L’uomo - trovato positivo a cannabis e metadone - ha spento le luci in corsia di sorpasso rallentando improvvisamente fino a fermasi. Inevitabile l’impatto con la vettura che lo seguiva, guidata da un giovane papà in auto con la figlioletta.

Sceso dal veicolo per comprendere l'entità dei danni, l'uomo è rimasto allibito: il 46enne era salito sul guard rail per godersi la scena. Non pago è risalito in auto ed è scappato a velocità folle.

Come una scheggia impazzita, ha colpito in pieno un guardrail, poi l’altro. Ha iniziato a perdere pezzi di pneumatici e frammenti meccanici della vettura. Una scena da film. All’inseguimento dell’uomo una pattuglia dei carabinieri di Tricase. Per ostacolare il sorpasso delle forze dell’ordine, il 46enne ha più volte urtato contro lo spartitraffico in cemento. Si è fermato solo dopo l'esplosione della gomma sinistra.

Nell’auto, insieme al conducente, c’era un altro uomo di 49 anni. Cavallone è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, omissione di soccorso e fuga a seguito di sinistro, mentre il passeggero è stato denunciato in stato di libertà in concorso. (Da LeccePrima)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strafatto di metadone provoca un incidente e si gode la scena

Today è in caricamento