rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Morti bianche / Torino

Ponteggio crollato e operai investiti: morti e feriti nell'ennesimo giorno di stragi sul lavoro

Registrati tre incidenti in poche ore tra Piemonte, Sardegna e Sicilia. Nel Torinese si è staccata parte di un ponteggio. Chi sono le vittime e cosa è successo

Ancora morti bianche. Oggi due operai sono morti in incidenti sul lavoro e altri tre sono feriti (uno è gravissimo). Sono episodi distinti, avvenuti in Piemonte, Sardegna e Sicilia, tutti però con tragico esito.

A Rivoli (Torino) è crollato parzialmente un ponteggio che era stato montato all'esterno di un edificio di sei piani. Il cedimento è avvenuto nella parte più alta della struttura: due operai e un geometra che erano lì in quel momento sono precipitati nel vuoto, da un'altezza di circa sei metri.

Come racconta TorinoToday, un ferito si trova ora all'ospedale di Rivoli, un altro al San Luigi di Orbassano ed è in prognosi riservata, mentre il terzo è stato trasportato a Torino. Qui è stato sottoposto a un intervento urgente per la rottura dell'aorta. Ha poi riportato un trauma cranico, toracico, addominale, oltre alla frattura del bacino e di un femore. I due operai hanno 38 e 48 anni, il geometra ne ha 49.

L'incidente sul lavoro è avvenuto intorno alle 10 in viale Carrù all'altezza del civico 6. Erano in corso interventi col Superbonus 110%, sospesi per consentire le indagini. E' intervenuta la polizia locale con i vigili del fuoco. A scopo precauzionale è stata evacuata la scuola materna vicina al palazzo. Sul luogo dell'incidente anche il sindaco Andrea Tragaioli. "Sulla questione di sicurezza dei cantieri bisogna porre una lente di ingrandimento - ha detto - I vari bonus hanno aumentato la presenza di ponteggi. Spiace di apprendere di situazioni di questo tipo". 

Rivoli ponetggio caduto 2-2-2

(Foto TorinoToday)

In un'azienda agricola di via Lollove a Nuoro è morto un uomo di 54 anni, Salvatore Santeddu. E' rimasto schiacciato dalla ruota di un furgone. Sul posto sono arrivati i medici del 118 ma l'uomo è morto sul colpo e ogni tentativo di rianimarlo si è rivelato inutile. Sembra che al momento dell'incidente, Santeddu fosse sotto il furgone che stava riparando. I freni del mezzo si sono sganciati, forse per un guasto o forse per una disattenzione e il furgone si è mosso schiacciando l'operaio. L'uomo stava facendo un tirocinio per il reinserimento sociale.

Gaspare Rallo, 55 anni originario di Palma di Montechiaro (Agrigento), è invece morto nella notte al Policlinico di Messina dopo essere stato colpito da un grosso cancello nella zona industriale di Giammoro (Me). Stava entrando in un capannone in disuso per lavoro quando il cancello di ferro si è staccato. Con lui c'era un'altra persona che ha chiamato il 118. Trasportato in elisoccorso al Policlinico di Messina è stato ricoverato con la prognosi riservata ma dopo alcune ore è morto. Tocca ai carabinieri di Milazzo chiarire l'esatta dinamica della vicenda.

Solo ieri a Colverde, in provincia di Como, un uomo di 40 anni ha perso la vita dopo essere stato sepolto dalle terra durante e alcune operazioni di scavo nel cantiere dove lavorava in via Giacomo Leopardi. 

Un elenco che sembra infinito. Nel quale c'è anche il nome di Sebastian Galassi, 26 anni. Il suo è un "caso" particolare dove tragico e grottesco si fondono. Studente di giorno e rider di Glovo la sera per pagarsi gli studi, è rimasto vittima di un incidente mentre effettuava una consegna. La società lo ha licenziato post mortem. 

Tutte le notizie su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponteggio crollato e operai investiti: morti e feriti nell'ennesimo giorno di stragi sul lavoro

Today è in caricamento