rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
ECONOMIA

Iniziano i saldi, l'ultima occasione per battere la crisi

Campania, Basilicata e Valle d'Aosta danno il via ai saldi, da sabato tocca a tutte le altre regioni. Confcommercio: "Speranza è che famiglie non rinuncino al tradizionale rito dei saldi"

ROMA - "Saldi vs crisi". Inizia ufficialmente oggi per Valle d'Aosta, Campania e Basilicata - e da sabato per tutte le altre Regioni - la sfida alla crisi a suon di ribassi e occasioni. Sono i saldi, infatti, l'ultima chance rimasta per dare un po' di ossigeno ad un settore in crisi nerissima. La speranza è che prezzi stracciati e offerte irripetibili possano rimettere in moto un'economia da troppo tempo ferma. 

In ballo, secondo Confcommercio, ci sono 5 miliardi e 400 milioni di euro: il 18,8% del volume d’affari dell’intero settore. La scommessa, anzi la speranza, è che ogni famiglia spenda almeno 340 euro per acquistare capi di abbigliamento, calzature ed accessori. Sempre secondo Confcommercio saranno sedici milioni le famiglie italiane, su un totale di quasi ventisei milioni, ad affollare i negozi. 

Molto meno positive, invece, le stime dell'Osservatorio di Federconsumatori che parla di meno di 9 milioni di famiglie propense ad acquistare con i saldi, con una riduzione della spesa pari all’11,3% che si somma alla riduzione registrata coi saldi dello scorso anno del -18,8%. 
 
Difficile, se non impossibile, quindi che ci sia il pienone nei negozi. Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia e vicepresidente di Confcommercio, assicura che una crisi così nera del settore non si vedeva da anni: "I consumi sono fermi stante la oramai cronica difficoltà in cui versano i due motori capaci di muoverli: un reddito disponibile reale tornato ai livelli di 27 anni fa ed un sentimento negativo che vede sfiduciati il 66% degli italiani". Ecco perché i negozianti sono disposti a "tenere" i saldi per sessanta giorni, limite massimo. 

Confocommercio, però, si sforza a pensare con ottimismo: "Dopo un lungo periodo così austero, spero - ha continuato Borghi - che nonostante le preoccupazioni la demoralizzazione e lo sconforto, gli italiani non rinuncino al tradizionale rito dei saldi, sempre capace di attrarre anche numerosi turisti amanti del bello, del buon gusto e del fashion". 

La sfida è aperta. Crisi o saldi: chi vincerà?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziano i saldi, l'ultima occasione per battere la crisi

Today è in caricamento