rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Pericolo invisibile / Cuneo

Almeno 50 ragazzi soccorsi per intossicazione alimentare in un rifugio

Il gruppo era composto da giovani, con animatori e alcuni sacerdoti della parrocchia

Almeno cinquanta persone soccorse e trasportate in ospedale per una intossicazione alimentare. È accaduto in un rifugio alpino nel comune di Argentera, provincia di Cuneo. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio, in un locale della proprietà della parrocchia di Carrù, dove sono intervenuti i vigili del fuoco e i mezzi dei soccorsi sul posto.

Il gruppo era ospite della struttura ed era composto da ragazzi intenti a passare insieme la domenica, con animatori e sacerdoti dei Salesiani del cuneese. In un primo momento era parso che la causa dei malori fosse da attribuire al monossido di carbonio per la mancata accensione della cappa d'aspirazione in cucina, durante il funzionamento del forno. Dunque il sospetto era che le persone fossero tutte intossicate. Poi però è apparso chiaro come il problema fosse un altro: cioè una intossicazione alimentare. Lo conferma anche una nota degli stessi pompieri. 

Almeno 50 ragazzi soccorsi per intossicazione alimentare in un rifugio

Tra i testimoni c'è anche un parroco che ha raccontato come il primo sospesso fosse proprio che le persone stessero male per una forma di intossicazione alimentare. Saranno comunque i vigili del fuoco insieme ai sanitari a confermare la dinamina dei fatti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Almeno 50 ragazzi soccorsi per intossicazione alimentare in un rifugio

Today è in caricamento