Martedì, 16 Luglio 2024
La tragedia / Napoli

Frana a Ischia: molte persone ancora sotto il fango

Il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca ha chiesto lo stato di emergenza. Meloni: governo pronto a fare quello che serve

Una nuova catastrofe ha colpito l’isola di Ischia. Dopo l’alluvione del 2009 e il terremoto di 5 anni fa, questa mattina un mare di fango ha travolto l’isola, causando la morte di una donna. Si cercano ancora 11 dispersi. La protezione civile aveva lanciato l’allerta arancione sulla zona di Napoli.

Questa mattina attorno alle ore 5 un mare di fango ha travolto le abitazioni di Casamicciola Terme, trascinando le auto parcheggiate in strada fino al mare. Quasi tutti i residenti della zona e i turisti sono rimasti bloccati nelle abitazioni e negli hotel senza acqua e corrente elettrica. I sindaci dell'isola hanno invitato i cittadini a non uscire di casa per non intralciare le operazioni di soccorso.

Le istituzioni e gli italiani si stringono attorno alla popolazione colpita. Moltissimi i messaggi di "vicinanza per quanto avvenuto a Casamicciola e la riconoscenza per l'opera dei soccorritori", in primis quelli del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e di Palazzo Chigi. La premier Giorgia Meloni ha detto di essere "pronta a fare quello che serve". Ha seguito l'evolversi dei soccorsi in videocollegamento dalla protezione civile con il comitato operativo del centro di coordinamento soccorsi allestito alla prefettura di Napoli. Il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca ha chiesto lo stato di emergenza.

A Ischia una frana ha travolto case e auto: si cercano i dispersi sotto il fango

Frana Ischia

Il bilancio della tragedia

Al momento il bilancio della tragedia è di una vittima e di 11 dispersi, 13 i feriti. Il corpo di una donna è stato individuato e recuperato in piazza Maio a Casamicciola Terme, una delle prime zone battute dai soccorritori. Con ogni probabilità la vittima, cittadina di un paese dell'Est e sposata con un ischitano, proprio in quel punto è stata travolta dalla frana che non le ha lasciato scampo.

I soccorritori continuano a scavare alla ricerca delle persone rimaste sotto il fango. Il Dipartimento della Protezione Civile scrive in un tweet che le operazioni di soccorso continueranno per tutta la notte. "Mobilitate squadre per il soccorso e volontari per l'assistenza alla popolazione. Nelle ore notturne si opererà con l'ausilio di fari. Massimo impegno del sistema per raggiungere le zone isolate a causa degli effetti del maltempo".

"Reggiti, stiamo arrivando". Travolto dal fango, si salva aggrappandosi a un palo

Manfredi: 8 vittime? Momenti di grande confusione

Inizialmente il ministro delle infrastrutture Salvini aveva parlato di 8 vittime. "Stamattina c'è stata una difficoltà legata al fatto che, non avendo potuto mandare nessuno sull'isola, la parte di comunicazione dei centri comunali non è stata ben coordinata e ci sono state molte voci che circolavano, indiscriminate. Si è parlato di 8 morti, di una vittima a mare, in realtà erano voci che circolavano in un momento di grande difficoltà e confusione", ha chiarito il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

Otto le persone ritrovate nel fango, tra queste c'era anche una famiglia composta da marito, moglie e un neonato: sono stati ritrovati vivi. Si trovavano in un'abitazione travolta dal fango, in via Celario. Tredici i feriti.

Si pensa già alla ricostruzione

Dopo gli interventi più urgenti bisognerà pensare alla ricostruzione. "La tragedia di oggi rende ancora più urgente la necessità di interventi di messa in sicurezza del territorio dell'isola, oltre alla ricostruzione degli edifici danneggiati dal sisma di cinque anni fa che, negli ultimi mesi, è stata resa possibile con diversi interventi di semplificazione. Per questo - ha spiegato il Commissario straordinario di governo per la ricostruzione post sisma Giovanni Legnini - la definizione, in corso, del piano per ricostruire gli edifici non può prescindere da incisivi interventi di prevenzione anche del rischio idrogeologico e non solo di quello sismico. Dopo le necessarie attività di primo soccorso e assistenza alla popolazione, che il governo si è già impegnato a garantire, bisognerà ripartire proprio dalla necessità di garantire il massimo della sicurezza per i cittadini".

Tutte le notizie di Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frana a Ischia: molte persone ancora sotto il fango
Today è in caricamento