Lunedì, 26 Luglio 2021

"L'Italia è pronta a inviare cinquemila uomini in Libia"

"Per stabilizzare la situazione a Tripoli e in Libia, l'Italia potrà fornire fino a 5mila militari". Lo ha detto l'ambasciatore degli Stati Uniti a Roma, John R. Phillips, in un'intervista al Corriere della Sera. Washington garantirà un sostegno a livello di intelligence

La mancanza di un governo stabile ha reso la Libia un posto attraente per i terroristi

E' sempre più vicino (e probabile) l'intervento diretto della coalizione internazionale nell'inferno libico.

"Per stabilizzare la situazione a Tripoli e in Libia, l'Italia potrà fornire fino a 5mila militari". Lo ha detto l'ambasciatore degli Stati Uniti a Roma, John R. Phillips, che aggiunge: "La mancanza di un governo stabile ha reso la Libia un posto attraente per i terroristi".

"E' importante che l'Italia guidi l'azione internazionale - ha aggiunto in un'intervista al Corriere della Sera -. Washington garantirà un sostegno a livello di intelligence mentre non abbiamo discusso di nostre truppe".

La morte degli italiani sequestrati in Libia ha colpito l'ambasciatore Usa: "Questi tipi di tragedie, con criminali e terroristi che rapiscono persone per riscatti e le usano come scudi umani, sottolineano l’esigenza di indurre i libici a concordare un governo di unità nazionale per ristabilire la sicurezza e avere uno stato di diritto".

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'Italia è pronta a inviare cinquemila uomini in Libia"

Today è in caricamento