rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Kabobo strangola compagno di cella: "Me l'hanno detto le voci"

Il ghanese che uccise tre persone a Milano a colpi di piccone ha aggredito il suo compagno di cella. L'uomo è stato salvato dagli agenti della polizia penitenziaria. Il legale di Kabobo: "Assurdo sia con altre persone"

MILANO - Un'altra aggressione. Ancora quelle "voci", le stesse che lo scorso undici maggio lo portarono a uccidere a colpi di piccone tre passanti. Mada Kabobo, il protagonista dell'alba di mattanza milanese, avrebbe cercato di strangolare il suo compagno di cella nel carcere di San Vittore. 

L'episodio, di cui l'avvocato del ghanese dice di non avere notizia, si sarebbe verificato qualche giorno fa quando Kabobo, che si è giustificando dicendo di avere sentito delle "voci", avrebbe aggredito il detenuto.

A salvare il compagno di cella, secondo quanto trapela, sarebbe stato l'immediato intervento della polizia penitenziaria. 

"Noi non siamo stati informati da alcuno di quanto è accaduto" ha spiegato l'avvocato Benedetto Ciccarone, che difende il ghanese. Il difensore ha chiarito che è andato a trovare in carcere Kabobo alcuni giorni fa e che gli aveva raccontato che stava condividendo la cella con un altro detenuto.

Per l'avvocato, "è una cosa molto strana e grave" che un detenuto come Kabobo, "con seri problemi psichiatrici e che sta seguendo delle terapie, venga messo nella stessa cella con un'altra persona".

Dopo l'aggressione, da quanto si è saputo, il ghanese è stato trasferito in isolamento, sorvegliato a vista, e continua a seguire le terapie psichiatriche. 

Intanto, il prossimo ventotto gennaio è attesa la sentenza per gli omicidi di Milano dopo che il giudice ha accolto la richiesta di giudizio immediato. Una perizia psichiatrica, disposta dal gup di Milano Andrea Ghinetti, aveva infatti stabilito che Kabobo al momento del triplice omicidio aveva una "capacità di intendere" che era "grandemente scemata ma non totalmente assente".  In più, la sua "capacità di volere" era "sufficientemente conservata". (da MilanoToday)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kabobo strangola compagno di cella: "Me l'hanno detto le voci"

Today è in caricamento