Mercoledì, 22 Settembre 2021
Siria

Karim Franceschi, l'italiano che combatte l'Isis in Siria è a Kobane

Era dall'inizio di febbraio che non si avevano sue notizie. Poi arriva un post sulla sua pagina Facebook: è una foto scattata da un'automobile, sullo sfondo c'è la città di Kobane

Ha imbracciato il fucile a fianco del popolo curdo e contro i jihadisti dell'Isis a Kobane, la città martoriata dalla guerra al confine tra Siria e Turchia. Ma da molti mesi non si avevano sue notizie. Lui si chiama Marcello "Karim" Franceschi, ha 25 anni, ed è originario di Senigallia, in provincia di Ancona. Oggi è l'unico guerrigliero italiano in prima linea contro il Califfo. 

Dai primi di febbraio non si avevano sue notizie e amici e familiari si stavano preoccupando. Poi Sul suo profilo Facebook è apparsa questa foto. Dal vetro rotto si legge "Hun Bi Xer Hatin Kobane" ("Benvenuti a Kobane" in lingua curda), la città strappata all'Isis dalle milizie curde. Sembra proprio che la sua battaglia a fianco delle YPG (le unità di protezione del popolo, le milizie curde in Siria) stia andando avanti. 

benvenuto a Kobane-2

Marcello Karim era arrivato a Kobane per la prima volta con il progetto "Rojava calling", lo stesso con cui è partito il fumettista Zerocalcare: si tratta di fornire aiuti, medicine e vestiti per rendere un po' meno dura la vita nei campi profughi a Kobane. È proprio in un campo profughi, ha vissuto un'esperienza che gli ha fatto fare questa scelta radicale: ha incontrato due piccoli rifugiati, un bambino di sette anni mutilato e un altro di dodici con "gli occhi della guerra". È in quel momento che ha deciso di imbracciare il fucile e passare dall'altra parte, a combattere contro l'Isis, come racconta sulle pagine di Vanity Fair. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Karim Franceschi, l'italiano che combatte l'Isis in Siria è a Kobane

Today è in caricamento