rotate-mobile
Sabato, 9 Dicembre 2023
Il delitto / Firenze

La mamma di 35 anni uccisa in mezzo alla strada: il marito è in fuga su una Golf bianca

La donna lascia due figli di 14 e 17 anni. I carabinieri stanno cercando di rintracciare l'uomo: posti di blocco in tutta la zona. Cosa sappiamo finora sull'omicidio di Castelfiorentino

Klodiana Vefa, 35enne di origine albanese con regolare permesso di soggiorno, mamma di due figli di 14 e 17 anni, è stata uccisa in mezzo alla strada con tre colpi d'arma da fuoco. L'ennesimo femminicidio, stando almeno alle prime ricostruzioni dei carabinieri, è accaduto a Castelfiorentino, comune in provincia di Firenze. La donna è stata uccisa a poche decine di metri dalla casa dove abitava con i figli, in via Galvani, una strada urbana ma periferica della cittadina, nella frazione di Puppino, poco prima delle 20 di giovedì 28 settembre.

Klodiana ultima vittima della scia di sangue senza fine: 87 femminicidi in 9 mesi

L'omicidio di Klodiana Vefa a Castelfiorentino: si cerca il marito

I sospetti degli inquirenti si concentrano sul marito, da cui la donna si stava separando e con cui non viveva più. L'uomo è irreperibile: secondo le prime informazioni sarebbe fuggito a bordo di una Golf bianca. Per questo i carabinieri hanno avviato una caccia all'uomo istituendo posti di blocco in tutta la Val d'Elsa, nell'area tra Poggibonsi, nella provincia di Siena, e nella zona di Empoli. I carabinieri hanno anche perquisito alcuni casali abbandonati nella zona del delitto, al momento senza alcun successo.

klodiana vefa foto fb

La 35enne, residente da molti anni in Italia, lavorava come cameriera in un ristorante della zona, ben inserita nella comunità di Castelfiorentino. L'uomo si sarebbe presentato nella casa in cui la donna viveva con un figlio di 17 anni e una figlia di 14. Sarebbe scoppiata una lite tra i due. Lei a quel punto sarebbe scesa in strada, forse per sentirsi più sicura. Proprio sul marciapiede è stata raggiunta da tre colpi di pistola, di cui uno fatale. A dare l'allarme sono stati alcuni residenti che hanno sentito l'esplosione dei colpi d'arma da fuoco. Sul posto sono intervenute un'automedica e un'ambulanza della Croce Rossa di Certaldo, con il personale sanitario che ha tentato senza esito la rianimazione. Sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Empoli e i militari della sezione investigazioni scientifiche di Firenze. Le indagini sono solo all'inizio, ma tra le prime ipotesi al vaglio degli inquirenti c'è quella di un caso di femminicidio.

Klodiana Vefa, secondo quanto appreso finora, non era separata legalmente dal marito, anche lui albanese, ma negli ultimi tempi c'erano contrasti nella coppia e sembra che l'uomo non vivesse più nella stessa casa coniugale, sotto lo stesso tetto. Secondo ricostruzioni in fase di accertamento da parte dei carabinieri, ci sarebbero stati dissidi in passato, forse dovuti alla gelosia dell'uomo. Non risulta però nessuna denuncia da parte della donna. L'arma del delitto non è stata trovata: è stata portata via dall'assassino, fuggito a bordo di un'auto. Telecamere private e pubbliche potrebbero aver inquadrato la direttrice di fuga, così come eventuali testimoni sul tragitto potrebbero dare importanti indicazioni.

Il sindaco di Castelfiorentino, Alessio Falorni, arrivato tra i primi sul luogo della tragedia, ha poi scritto sui social: "Purtroppo è accaduta da poco una sciagura in Castelfiorentino, zona Puppino. Una ragazza è stata uccisa, pare in seguito a una lite. È davvero presto per divulgare informazioni sull'accaduto e discutere le ipotesi che sono tuttora al vaglio delle forze dell'ordine. È il momento del silenzio, e di stringersi attorno a una famiglia toccata da un avvenimento terribile".

Continua a leggere su Today.it...

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mamma di 35 anni uccisa in mezzo alla strada: il marito è in fuga su una Golf bianca

Today è in caricamento