rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Leader del Ku Klux Klan cacciato da Belluno: non poteva stare in Europa

La Questura di Belluno ha emesso un provvedimento di allontanamento dal nostro Paese per l'ex candidato alle primarie del Partito Repubblicano americano David Duke, politico americano, con un passato da leader del movimento xenofobo

L'uomo era arrivato sulle Dolomiti nel 2011 per motivi di studio e la polizia di Belluno ha scoperto che su di lui pende un provvedimento di inammissibilità nell'area Schengen, emesso dalle autorità svizzere nel 2009. Dalla questura spiegano che i motivi di studio a Valle di Cadore sembravano davvero strani: Duke si spostava spesso in Alto Adige e in Austria. Così la domanda di rinnovo del permesso di soggiorno è stata respinta.

Nei confronti di Duke è stata accertata "la perdurante pericolosità sociale perché in base a fonti ufficiali attendibili, è stato indicato come soggetto intenzionato a costituire in Europa un'organizzazione con l'obiettivo dello sterminio della razza nera ed ebrea".

David Duke è stato personalità di spicco di una frangia non violenta del Ku Klux Klan per pochi anni della sua giovinezza. È stato membro del Partito Democratico negli anni Settanta e Ottanta, passando poi ai repubblicani negli anni Novanta, per cui ha partecipato alle primarie per la corsa alla presidenza e al senato. E' stato anche deputato alla Camera dei Rappresentanti della Louisiana.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leader del Ku Klux Klan cacciato da Belluno: non poteva stare in Europa

Today è in caricamento