rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Legano mani e piedi alla figlia ribelle: scagionati i genitori

All’udienza di convalida è emersa una realtà più complessa che ha portato il giudice a scarcerare immediatamente la coppia

Le hanno legato mani e piedi, impedendole di uscire dalla sua stanza dopo aver disubbidito per l’ennesima volta, tornando a casa, a 14 anni, troppo tardi la sera. Le sue urla di disperazione hanno attirato l'attenzione dei vicini che hanno chiamato la polizia lo scorso 1° aprile.

Quando gli agenti sono giunti nell'appartamento dei genitori, una coppia di marocchini residenti a Torino, si sono trovati di fronte una scena che ha lasciato poco spazio ai dubbi. Così i poliziotti hanno arrestato i genitori che, per la pm Lisa Bergamasco, sono stati di maltrattamento e persino di sequestro di persona. Ma all’udienza di convalida è emersa una realtà più complessa che ha portato il giudice a scarcerare immediatamente la coppia. I due genitori, seppur con modi rivedibili, hanno tentato di controllare i comportamenti difficili di una figlia adolescente parecchio ribelle.

La ragazzina, infatti, era stata arrestata pochi giorni per aver partecipato in gruppo alla rapina di un coetaneo. Così i genitori, per evitare che la figlia si mettesse nei guai a causa di cattive frequentazioni, avevano imposto alla ragazzini limiti di orari e spostamenti. Imposizioni che non sono piaciute alla minorenne che ha persino risposto con insulti e botte. Di fondamentale importanza sono state infatti le immagini mostrate al giudice dall’avvocato della coppia, Giuseppe Fiore, che mostravano una ragazzina così difficile da gestire. Durante un episodio aveva spaccato gli occhiali alla madre; in un video, invece, la si vedeva afferrare un coltello in cucina e minacciare i genitori.

Più volte era stata la ragazzina stessa a chiamare la polizia e aveva anche infranto vetri e rotto le porte di casa. L’adolescente, con l’arresto dei genitori, è stata portata in comunità. Per il giudice si tratta certamente di metodi "inadeguati", ma comunque correttivi: per qualsiasi genitore, infatti, il reato di rapina contestato sarebbe stato "un serio allarme rispetto agli amici frequentati dalla figlia" e se l’hanno legata è stato solo "per arginare una figlia furiosa e fuori controllo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legano mani e piedi alla figlia ribelle: scagionati i genitori

Today è in caricamento