Sabato, 17 Aprile 2021
Varese

Saronno, le intercettazioni shock tra medico e infermiera: "Se vuoi uccido anche i miei figli"

Il quotidiano Repubblica esce con le intercettazioni inquietanti della "coppia diabolica" arrestata a Saronno, accusati di omicidio (compreso quello del marito di lei)

Leonardo Cazzaniga e Laura Taroni

Nuovi, inquietanti dettagli emergono dalle indagini che hanno portato all'arresto di Leonardo Cazzaniga e Laura Taroni, anestesista e infermiera dell'ospedale di Saronno, con l'accusa di omicidio. In un'intercettazione tra i due amanti, riportata da Repubblica, Taroni dice: "Se vuoi uccido anche i bambini", mentre lui la ferma: "No, i bambini no". Sono i due figli di lei, "l'angelo blu" e "l'angelo rosso", come l'infemiera li chiamava.

Questi sono solo alcuni degli stralci di colloqui intercorsi tra la "coppia diabolica" che stanno uscendo ora sui giornali, ognuna delle quali getta ombre sempre più terribili su quanto avveniva in corsia. Come i dialoghi tra la Taroni e il figlio undicenne: "Ma poi la nonna Maria la facciamo fuori...". "Ma non hai capito". "La Nene la possiamo far fuori quando vogliamo e anche la zia Adriana". "Non sai quanto le nostre menti omicide messe insieme siano così geniali", dice il ragazzino. Tua nonna non è possibile", è la risposta della donna nelle intercettazioni dei carabinieri: "A tua nonna e a tua zia non è semplice...  (...) Poi c'è tua zia Gabriella... Non sei abbastanza grande per poter... Non sei abbastanza grande!". Madre e figlio continuano poi a parlare dei loro progetti omicidi. "E poi cosa avresti fatto? - dice al figlio la odnna, che conduceva un'azienda agricola - Le avresti fatte sparire così? Non è così semplice, sono grosse! L'umido da noi passa solo una volta a settimana (...) non abbiamo più neanche i maiali".

Leonardo Cazzaniga è indagato per l'omicidio volontario di quattro anziani pazienti ricoverati nell'ospedale di Saronno e, insieme alla Taroni, anche dell'omicidio volontario del marito di lei, che sarebbe stato ucciso con un cocktail di farmaci letali per le sue condizioni di salute, che lo avrebbero debilitato e condotto alla morte. 

Nell'operazione dei carabinieri del nucleo operativo di Saronno che ha portato all'arresto per omicidio volontario della coppia ci sono anche 15 indagati. Si tratta per la maggior parte medici e dirigenti della struttura sanitaria che, a vario titolo, non avrebbero agito con tempestività al momento della valutazione di casi sospetti e di un militare della Compagnia dei carabinieri di Saronno per cui è ipotizzato il reato di omissione di denuncia in relazione ai fatti collegati all'omicidio del marito dell'infermiera. Le altre quattro vittime accertate dagli inquirenti sono malati terminali uccisi dal dottore con dosi letali di farmaci, con quello che viene definito il "protocollo Cazzaniga".
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saronno, le intercettazioni shock tra medico e infermiera: "Se vuoi uccido anche i miei figli"

Today è in caricamento