Giovedì, 29 Luglio 2021
Omicidio Varani

Pietro Maso scrive a Foffo: "Non posso biasimarti per quello che hai fatto"

Tornato in libertà nel 2013 dopo aver scontato 22 anni di carcere, il killer di Montecchia di Crosara mette in guardia il giovane accusato dell'omicidio di Luca Varani: "Ti aspettano l'isolamento e la disperazione, ma posso capire perché volevi ammazzare tuo padre"

A sinistra Pietro Maso (foto rivista "Chi")

"Non posso biasimarti per quello che hai fatto". A scrivere è Pietro Maso, tornato in libertà nel 2013 dopo aver scontato 22 dei 30 anni di condanna per aver ucciso i genitori nel febbraio 1991 a Montecchia di Crosara (Verona). Il destinatario della lettera, un altro killer: Manuel Foffo, in carcere insieme a Marco Prato per l'omicidio di Luca Varani. Ma a colpire Maso è stata sopratutto una frase riferita da Foffo ai pm: "Volevo uccidere mio padre". 

Una lettera pubblicata in esclusiva dal Giornale. "Perché ho pensato di scriverti? Per egoismo. Aiutarti mi fa sentire finalmente migliore e mi aiuta a sconfiggere i fantasmi che alimentano i miei sensi di colpa. Non posso biasimarti per quello che hai fatto", scrive Maso. 

"Io sono stato peggiore di te, ma posso capire perché volevi ammazzare tuo padre. Un cupo e rarefatto istinto di rivalità per catturare tutto l' affetto delle donne di casa e dimostrare di non essere solo il cucciolo fragile e indifeso". Maso confessa di aver ucciso "solo per regolare le mie psicosi e sconfiggere i miei incubi. Da quell'abominevole attimo, la vita mi è sfuggita dalle mani per sempre". 

E mette in guardia Foffo da quello che l'aspetta: "Conosco bene la tua transizione e ciò che ti aspetta per molti anni ancora. L'isolamento, la disperazione, gli sputi in faccia degli altri detenuti e la durezza delle guardie. La voglia di suicidarti e l'illusione di svegliarti da un brutto sogno e tornare alla vita di sempre. (...) Il peggio è che pure a fine corsa rimarrai la bestia feroce da escludere. Non ti illudere che sarai accettato o accolto". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pietro Maso scrive a Foffo: "Non posso biasimarti per quello che hai fatto"

Today è in caricamento