Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Libia

Primi respingimenti in Libia: fermati in mare 800 migranti

La Marina libica hanno raggiunto in mare e bloccato diversi gommoni stracolmi di migranti diretti verso le coste italiane. Il governo assicura sulla missione della Marina italiana: nessuna minaccia per il pattugliatore "Borsini" malgrado le dichiarazioni belliche di Haftar 

La Guardia costiera e marina militare libiche hanno raggiunto in mare e bloccato diversi gommoni stracolmi di migranti che erano diretti verso le coste italiane. Secondo quanto riferisce il portavoce della Marina militare libica, Ayoub Qassem, i migranti sono stati riportati sulla terraferma per venire consegnati all'organismo di lotta alla migrazione clandestina.

Sono 826, tra cui anche bambini, di nazionalità libica, marocchina, tunisina, algerina, sudanese, siriana e dei Paesi subshariani. Viaggiavano su tre gommoni e due barche in legno. Di questi, 464 sono stati recuperati dalla guardia costiera di Zawia a bordo di due barconi. In un'altra operazione i guardiacoste di Sabrata hanno fermato 360 persone su dei gommoni. 

Prosegue la missione del pattugliatore "Borsini" della Marina militare italiana malgrado le dichiarazioni belliche dei giorni scorsi del generale Khalifa Haftar e del vice presidente del Consiglio presidenziale libico, Fathi Majburi, che continuano a osteggiare la missione bilaterale volta a stroncare il traffico di esseri umani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primi respingimenti in Libia: fermati in mare 800 migranti

Today è in caricamento