Giovedì, 24 Giugno 2021
In corso le indagini / Roma

Donna trovata morta in casa: uccisa con colpi alla testa, fermato il marito

L'omicidio nella notte a Roma, quartiere Balduina. I sospetti degli inquirenti si sono concentrati sul compagno che al momento è piantonato in ospedale

I carabinieri sul luogo dell'omicidio

Omicidio nel quartiere Balduina, a Roma. Una donna di 63 anni, Lorella Tomei, è stata trovata morta, probabilmente dopo essere stata uccisa con colpi alla testa, presumibilmente mediante l'uso di oggetti che si trovavano in casa quali suppellettilli e soprammobili. La tragedia è avvenuta nella notte in un appartamento di via Emilio Draconzio, zona Medaglie d'Oro. 

Roma, omicidio alla Balduina: donna uccisa in casa

Per entrare in casa i carabinieri hanno dovuto chiedere aiuto ai Vigili del Fuoco. Il cadavere della donna era sul letto. Accanto c'era il marito, un giornalista di 61 anni in cura per problemi psichiatrici. I sospetti sono subito ricaduti sul compagno anche se al momento non si possono fare che ipotesi. 

Ad ogni modo sarebbe stato proprio l'uomo a chiamare il figlio della coppia ed avvisarlo che la madre era priva di sensi. Quest'ultimo, preoccupato, ha subito dato l'allarme al 112.  Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della sezione rilievi tecnico scientifici del Nucleo Investigativo di via In Selci.

Il marito della vittima è un autore Rai: si trova piantonato in ospedale

Il marito della donna è stato fermato dai Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale e si trova ora piantonato in ospedale.Si tratta di Gianluca Ciardelli, 63 anni, autore Rai, trovato nel letto accanto al corpo privo di vita della moglie dai carabinieri intervenuti dopo che l'uomo ha chiesto aiuto al figlio. Il compagno della vittima è un giornalista autore Rai e nel 2019 venne fermato dalla polizia dopo che, in sella ad uno scooter, oltrepassò le transenne ed i varchi di accesso di piazza San Pietro fra lo stupore e la paura delle tante persone presenti in quel momento all'ombra del Cupolone. Poi le grida prima di essere bloccato dagli agenti di polizia non senza difficoltà. 
 

I vicini: "Erano una coppia serena e ben educata"

Una tragedia silenziosa, un femminicidio di cui nessuno dei condomini della palazzina che fa angolo con via di San Cipriano si è reso conto. "Non ho sentito nulla - le parole di un vicino -. Stamattina ho sentito le sirene, mi sono affacciato ed ho visto tante pattuglie dei carabinieri ed i pompieri. Poi leggendo i giornali ho scoperto quanto era accaduto all'ultimo piano". 

"Si erano trasferiti da poco più di un anno nell'appartamento al quinto piano - le parole a RomaToday di un'altra condomina -. Non li conoscevo personalmente, avevo avuto modo di parlarci sulle scale ed alle riunioni condominiali. Erano una coppia serena e ben educata. Non avrei mai potuto immaginare una tragedia del genere".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna trovata morta in casa: uccisa con colpi alla testa, fermato il marito

Today è in caricamento