Lunedì, 8 Marzo 2021

Rapina a mano armata nella villa di Luca Toni: “Un bel trauma e un forte spavento”

Giovedì sera la famiglia dell'ex calciatore è stata ostaggio di tre malviventi nell'abitazione di Montale Rangone

Luca Toni

Paura per Luca Toni e la sua famiglia nella serata di giovedì 22 ottobre 2020 quando l’ex attaccante della Roma è stato vittima di una rapina a mano armata nella sua villa a Montale, una frazione di Castelnuovo Rangone, in provincia di Modena. “Giovedì sera tra le 19.30 e le 21.30 ho subito una rapina in casa da parte di tre malviventi che indossavano passamontagna e armi”, ha fatto sapere via Instagram Luca Toni, dopo che la notizia è stata pubblicata dalla Gazzetta di Modena. Il colpo è avvenuto nell'abitazione di famiglia, probabilmente pianificato con cura e messo in atto da veri "professionisti".

"La cosa che conta di più è che la mia famiglia sta bene, non ci hanno fatto del male pur avendo subito tutti un bel trauma e un forte spavento. Dispiace anche il fatto che i malviventi mi abbiano portato via beni preziosi ma sopratutto affettivi", ha commentato amaramente lo sportivo originario di Serramazzoni. "A seguito della rapina sono intervenute le forze dell’ordine probabilmente chiamate dai vicini insospettiti da una macchina in movimento nella mia via; la vigilanza non si è accorta di nulla". Il caso adesso è in mano all'Arma dei Carabinieri, che ha sentito Toni e la famiglia e avviato le indagini sui criminali che si sono dileguati immediatamente dopo la rapina. Il calciatore chiude il suo messaggio con la chiara volontà di non voler finire ulteriormente sotto i riflettori: “Chiedo rispetto e privacy per me e la mia famiglia in questo momento. Grazie a tutti”.

Luca Toni rapinato nella sua villa

Secondo la Gazzetta di Modena, Luca Toni era nella sua villa a Montale quando tre uomini, armati di pistole e coperti in viso lo hanno sorpreso, ordinandogli di consegnare beni e valori. I delinquenti sarebbero stati a conoscenza delle abitudini dello sportivo. “Hanno dimostrato lucidità e un addestramento di tipo militare”, spiega La Gazzetta di Modena, aggiungendo che trovandosi di fronte al Campione del Mondo 2006 non hanno avuto alcuna esitazione nell’agire. I criminali, dopo aver raccolto il bottino, si sono infilati su un’auto scura e si sono dileguati nella notte a tutta velocità. Al momento le forze dell’ordine stanno indagando sul caso. Anche la Scientifica sta lavorando senza sosta per tentare di trovare indizi che possano ricondurre ai malviventi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a mano armata nella villa di Luca Toni: “Un bel trauma e un forte spavento”

Today è in caricamento