Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Taranto

Quattro casi di malaria a Taranto: "Malattia contratta in Italia"

Si tratta di braccianti marocchini che lavorano nelle campagne di Ginosa

Foto di archivio

Quattro braccianti marocchini impiegati nelle campagne di Ginosa, in provincia di Taranto, sono stati ricoverati per malaria all’ospedale cittadino "San Giuseppe Moscati" nel reparto Infettivi. I quattro braccianti hanno contratto la malaria in Italia.

"I migranti erano in Italia, qui da noi, da circa due mesi. Il tempo di incubazione della malaria va da 15 giorni ad un mese. Ne consegue, quindi, che la malattia l’hanno contratta qui", ha confermato il direttore generale dell’Asl di Taranto, Stefano Rossi.

“Le persone in questione – aggiunge Rossi – lavoravano nelle campagne di Ginosa, in località Pantano, e siccome la malaria si contrae attraverso le zanzare, è evidente che va fatto un accertamento sulle condizioni di lavoro in cui si trovavano questi migranti. E’ chiaro che la malattia l’hanno contratta qui e non l’hanno portata qui dal luogo da cui provenivano. L’accertamento presuppone che si catturino anche le zanzare e si inviino poi all’Istituto zooprofilattico per ulteriori verifiche”.

Attualmente tre dei quattro pazienti sono pienamente fuori pericolo, mentre uno è sfebbrato ma necessita ancora di terapia di supporto. Il Servizio Veterinario dell’Asl di Taranto ha inoltre messo in atto tutti gli interventi di tutela della salute e gli approfondimenti entomologici del caso, utilizzando la necessaria strumentazione utile alla ricerca delle zanzare del genere ‘Anopheles’ nell’area di interesse. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro casi di malaria a Taranto: "Malattia contratta in Italia"

Today è in caricamento