Sabato, 16 Ottobre 2021

"Si è finto malato terminale per raggirarmi, poi l'ho visto a Uomini e Donne..."

L'uomo si era fatto firmare una procura da un'amica per vendere opere d'arte di valore, ma né i soldi, né i quadri, sono più tornati alla legittima proprietaria. Poi, il colpo di scena: "L'ho visto in tv, faceva il tronista". Racconta tutto PerugiaToday

PERUGIA - "Gli avevo consegnato delle opere d’arte da vendere,ma non ho mai ricevuto indietro né i soldi della vendita, né i quadri stessi. Aveva detto di essere malato terminale di cancro e quindi impossibilitato a ridarmi i soldi".

Inizia così il racconto di una donna davanti al giudice Cataldo, che forte del rapporto di fiducia che aveva con un suo conoscente di vecchia data, si era affidata a lui per poter vendere una serie di opere d’arte di pregio avute in eredità dal padre, con tanto di certificati di autenticità e contratti d’acquisto.

L'uomo – oggi a processo per appropriazione indebita – ritenendosi esperto del settore e millantando contatti con strutture che sarebbero state interessate all’acquisto – si fa firmare una procura per la vendita, riferendo alla proprietaria  che un ente era interessato alle opere, ma che avrebbe pagato in tre trance. Ovviamente si fida sulla parola, dal momento che l'uomo non gli produrrà mai documentazioni che attestino la trattativa o la vendita, raccontando ogni volta una scusa diversa e tenendo sulle spine la donna per due anni (dal 2010 fino al 2012, anno in cui sporgerà denuncia)

"Un giorno, dopo aver ricevuto in cambio solo parole, mi dà appuntamento davanti all’ospedale Silvestrini - prosegue la testimone- chiedendomi di accompagnarlo a fare una visita dall’oncologo e che appena finita, saremmo andati insieme in banca a risolvere la questione. L'ho aspettato, ma invano. Mi scrisse che dovevo lasciarlo in pace perché voleva morire serenamente. Per tutelarmi, nonostante fossi seriamente dispiaciuta per quanto stava accadendo a quell’uomo così giovane e padre di un ragazzo adolescente, mi rivolsi ad un avvocato per capire come potessi tutelarmi e per poter chiedere indietro i quadri, ma lui sparì" .

Dopo un mese circa, ecco l’amara e paradossale scoperta.

"Stavo guardando in TV il programma di Maria De Filippi, Uomini e Donne, quando ad un tratto scopro che in realtà era uno dei tronisti della trasmissione, altro che malato terminale!".

Una vicenda a tratti surreale, ma al contempo amara, e che mette al centro della vicenda un uomo che non si sarebbe fatto nessuno scrupolo a mentire, persino sulle proprie condizioni di salute e questo per 40mila euro, tanto sarebbe stato il guadagno dalla vendita delle opere.

Ed è in quel momento che la donna realizza di essere stata presa in giro da una persona di cui si fidava e si decide a denunciarlo. La vicenda tornerà in aula il prossimo 27 novembre per la discussione. La donna - parte civile nel processo - è difesa dall'avvocato Ilario Taddei, l'imputato dall'avvocato Rita Puce. 

Fonte: PerugiaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si è finto malato terminale per raggirarmi, poi l'ho visto a Uomini e Donne..."

Today è in caricamento