Martedì, 28 Settembre 2021
Emergenza maltempo

Maltempo in Liguria, una notte di acqua e fango: due morti a Leivi

La Liguria ancora alle prese con il maltempo. Due anziani morti a Leivi. Esondano di nuovo l'Entella e lo Sturla: a Chiavari arriva l'esercito. Due donne, una incinta, salvate in extremis. Una morta a Carrara. Allerta massima in Piemonte: esonda il lago Maggiore

ROMA - Ancora una notte ad aspettare che passi. Ancora una notte ad aspettare il sereno. Frane, allagamenti, due anziani morti per una frana, due donne di cui una incinta all'ottavo mese salvate in extremis e una donna morta dopo giorni. Martedì è l'ennesimo day after, l'ennesima mattina dopo ore buie di allagamenti e fiumi esondati. Le situazioni più critiche, ancora una volta, sulla Liguria e sulla Toscana con paesi cancellati dall'acqua, blackout elettrici e assenza di acqua potabile. 

DUE MORTI A LEIVI - La situazione più disperata a Leivi, Genova, dove il maltempo ha fatto due vittime. Franca Iaccino, sessantanove anni, e suo marito Carlo Arminise, settantatré, sono morti sotto le macerie della loro casa, travolta da una frana dovuta al maltempo. I vigili del fuoco hanno trovato i due corpi senza vita solo nel primo pomeriggio di martedì, dopo ore di ricerche e speranze, poi risultate vane. Il pubblico ministero Biagio Mazzeo ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo per individuare eventuali responsabilità per la morte dei due. 

VIDEO | La casa delle vittime devastata dal fango

casa frana-4

CHIAVARI SOTT'ACQUA - Il nuovo incubo è cominciato lunedì sera poco dopo le ventidue, quando un violento nubifragio si è abbattuto su Chiavari e Leivi appunto, nel territorio genovese. Una mezz'ora di pioggia intensa è bastata per far esondare contemporaneamente il torrente Entella, lo Sturla e il rio Rupinario, con

l'acqua che ha invaso Carasco e Chiavari, dove nelle prossime ore arriverà l'esercito. Una decina di persone è stata salvata dai sommozzatori dei vigili del fuoco, che hanno passato al setaccio le vie del centro storico, completamente invaso delle acque dei torrenti esondati. Poco dopo la mezzanotte una frana si è abbattuto su una palazzina a Carasco: i vigili del fuoco hanno trovato nella notte, dopo due ore di angoscia, due donne date per disperse, una delle quali incinta all'ottavo mese. Stanno bene ma sono evidentemente sotto choc. 

VIDEOChiavari cancellata dai fiumi esondati

chiavari-4

PAESI ISOLATI - Poco meglio nei comuni limitrofi, con Carasco preso di mira dal maltempo. Nel paesino del genovese, cinque famiglie sono state evacuate: le loro case sono nei pressi di un ponte ricostruito l'anno scorso dopo il crollo dovuto sempre al maltempo. Come ha riferito il sindaco di Carasco, Massimo Casaretto, ci sono tre frazioni isolate - Colla, Paggi e Razetto - per un totale di duecento residenti. Allagata anche Lavagna in più punti, a causa dell’esondazione del torrente Entella. Gravi difficoltà in Fontanabuona: frane, allagamenti, black out, abitazioni isolate. I comuni di San Colombano e Borzonasca, nell’entroterra di Chiavari, sono sott'acqua. Black out elettrico a Rapallo.

VIDEO

Chiavari, strade invase dall'acqua

alluvione chiavari foto-3

ALLERTA 2 A GENOVA - Scene un po' più rassicuranti nel capoluogo ligure, dove resta lo

stato di allerta due che cesserà soltanto martedì a mezzanotte. Nel pomeriggio di lunedì tromba d’aria e raffiche fino a cento chilometri all’ora hanno creato enormi disagi al porto con alcuni container che giacevano nei depositi del Vte di Voltri che sono volati sulla passeggiata della fascia di rispetto di Pra’, per fortuna deserta. Sempre a causa della tromba d’aria il volo Parigi-Genova è stato dirottato su Torino. 

CARRARA DI NUOVO SOTT'ACQUA - Se Genova e la Liguria piangono, Carrara è ripiombata nell'incubo. Nel tardo pomeriggio di lunedì, con il cielo che era tornato a farsi nero e l'acqua a scendere copiosa, il sindaco Angelo Zubbani ha dato l'ordine di evacuare tutti i primi piani per motivi di sicurezza. Ma lunedì sera il maltempo è tornato a uccidere, anche se a distanza di tempo. È morta lunedì sera all’ospedale di Pisa, a causa di un malore, la donna di sessantadue anni che la scorsa settimana era rimasta bloccata per due giorni nella propria abitazione a Carrara, insieme all’anziana madre, ottantotto anni, e due cani, dopo il crollo dell’argine del fiume Carrione. Le due erano state poi tratte in salvo, ma le condizioni della sessantaduenne sono peggiorate, tanto che la donna è stata trasferita all’ospedale di Pisa. Da quanto emerso la causa del decesso sarebbe da attribuire a un’aneurisma cerebrale.

BUFFON TRA GLI ALLUVIONATI - Sempre a Carrara, intanto, continua l'occupazione del Comune da parte degli alluvionati che pretendono risposte e interventi rapidi. Tra chi ha perso tutto o quasi c'è anche la mamma di Gigi Buffon, portiere della Nazionale italiana. Maria Stella Masocco, ex campionessa italiana nel getto del peso e primatista dal 1972 al 1989, abita nella zona rossa a ridosso del fiume Carrione. L'alluvione la ha distrutto gli arredi della sala e la cucina, è rimasta intatta solo la camera da letto al piano superiore. "Gigi vorrebbe essere anche lui qui a spalare fango con gli amici", ha raccontato mentre recuperava le maglie del campione, molte delle quali andate distrutte. Ha ritrovato quella più cara, la numero 22 della Nazionale, la prima maglia azzurra di Gigi, che ora si trova a Coverciano, in ritiro con i compagni.

SCUOLE CHIUSE A PARMA - Condizioni delicate anche in Emilia, già colpita dall'alluvione di metà ottobre. Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, in un incontro del Coordinamento soccorsi ha deciso per la chiusura delle scuole - asili nido, medie e superiori, nella "zona rossa" di Parma delimitata dopo le esondazioni e l'emergenza del tredici ottobre scorso. A spaventare sono soprattutto i punti in cui il torrente Baganza è già esondato o si avvicina pericolosamente a strade e case, con i vigili urbani che lunedì hanno avvisato abitazione per abitazione sulle misure di precauzione da prendere, in attesa del momento più critico.

ESONDA IL LAGO MAGGIORE - E' ancora una giornata di allerta maltempo per il Piemonte, con moderata criticità in provincia di Alessandria per il rischio di piene improvvise, locali dissesti e situazioni alluvionali. Scuole ancora chiuse a Gavi e Stazzano, nell'Alessandrino, sono segnalati disagi alla circolazione anche in provincia di Verbania, dove per il rischio frane è chiusa la provinciale in valle Strona, tra Canova e Prelo. In aumento il livello dei fiumi. A preoccupare, però, è anche il lago Maggiore, con le acque che sono salite di cinque metri e mezzo. Il lago ha esondato a Verbania, invadendo la passeggiata di fronte al Municipio. Al momento i disagi sono limitati, ma le piogge intense e continue potrebbero far precipitare la situazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo in Liguria, una notte di acqua e fango: due morti a Leivi

Today è in caricamento